La terra di Marin - Il gatto e la stufa

Not selected for Google Earth or Google Maps [?]

Comments (18)

oliviero masseroli on September 30, 2008

Il gatto di casa e attorno a lui un mondo di cose semplici ed essenziali. La stufa sempre accesa è il punto centrale di queste case di contadini , in quella che è una delle zone piu "dimenticate" dell'Ucraina.

Oliviero

Dottor Topy on September 30, 2008

E tu come un gatto alla sua altezza

oliviero masseroli on September 30, 2008

Diciamo che avevo la posizione del topo.

E' molto famosa nel mondo fotografico.

Ne ho una molto bella fatta dalla stessa posizione ma con un soggetto diverso, ma siccome metto serie di quattro non c'era posto.

Te la mando via email...

Ciao DT da Oliviero

© mARTin on September 30, 2008

Excellent point of view. I enjoy all of your new pictures. Best wishes, Martin

oliviero masseroli on September 30, 2008

Grazie Primo

il tuo parere mi è molto gradito.

Sono contento che temi insoliti come questo riescano a farci conoscere realta cosi lontane, suscitando interesse.

Grazie amico mio.

Oliviero

Giovanni Scopinaro on October 1, 2008

C'è una povertà che viene intuita ma anche un grande decoro ed una assoluta ricerca della dignità che viene trovata nella pulizia e nell'utilizzo di elementi di arredo semplici e tradizionali. Non molto diverso da quello che si poteva trovare nelle case italiane di campagna degli anni '50. Una bella foto di documentazione.

maria patrizia rossi… on October 2, 2008

Il gatto, il più delle volte, è il padrone di casa. Osserva tutto, ascolta tutto e capisce ogni cosa. Impara a conoscere anche gli orari degli abitanti della casa.

Io, per esempio, al mio rientro a casa, trovo il mio gatto ad aspettarmi dietro la porta....

Credo che questo bellissimo gatto non sia da meno!

ciao, Oliviero. patrizia

oliviero masseroli on October 2, 2008

Un grazie a Gianni e a maria patrizia

capaci sempre di guardare oltre la semplice immagine.

Questo è sicuramente l'elemento di partenza per scattare fotografie interessanti.

Oliviero

©Luigi Petrazzoli on October 2, 2008

Oliviero, quattro foto di forte spessore da una terra non vicinissima. Tuttavia credo che queste foto si sarebbero forse potute fare anche in Italia se non ci fosse da noi maggior riluttanza ad aprire la porta al prossimo. Gianni Scopinaro fa riferimento agli anni '50. Io invece posso affermare che ancora oggi, nella "ricca" bassa padana, c'è chi vive in ambienti simili. Non parlo di persone di recente immigrazione, per molti dei quali una casa simile è un sogno, ma di anziani del luogo. luigi

oliviero masseroli on October 3, 2008

Ciao Luigi

E' vero quel che dici a commento su questa foto. Probabilmente è una realta non cosi distante da noi, anzi in certi limitati casi ancora presente. Devo comunque precisare che i limiti non sono solo quelli che si vedono nell'immagine ma ben altri.

E visto che la curiosità su questo tema Ucraino non manca ecco qualcosa che dedico a tutti quelli CHE VOGLIONO SAPERNE DI PIU

Oliviero

Stefano Moschini on October 3, 2008

Bella e malinconica insieme!!

Una foto che racconta...che fa pensare, quindi una foto ben riuscita..

Davvero bravo Oliviero, complimenti

ciao,Stefano

oliviero masseroli on October 3, 2008

Grazie Stefano

E' bello vedere che da una foto possono nascere riflessioni come la tua.

Oliviero

©Luigi Petrazzoli on October 3, 2008

Grazie Oliviero per il link. Ho guardato, per ora, solo "la terra di Maryn": ottimo lavoro. Se posso farti un benevolo appunto è che la qualità delle immagini e la perfetta scelta del sonoro evidenziano la dignità di quel popolo, mentre restano in secondo piano le ancora miserevoli condizioni di vita di larga parte della popolazione.

Ciao ed un abbraccio, luigi

oliviero masseroli on October 3, 2008

Ciao Luigi risulta difficile racchiudere in pochi minuti tutte le difficoltà che la vita riserva specialmente in questa terra lontana.

Daltronde il titolo è "La terra di Maryn" quindi la storia di questo ragazzo e il suo percorso che dall'italia lo portava dopo alcuni anni di assenza nella sua Ukraina. Li ritroverà i propri affetti e tutto quello che aveva lasciato e ..................

Non era quindi l'obbiettivo di questo lavoro quello di mostrare ed evidenziare le molte facce legate alle difficoltà del paese, anche se qua e la traspaiono.

E' anche vero che un lavoro come "la terra di Maryn" nasce per suscitare diverse sensazioni in chi lo vede.

Quindi ogni opinione è ben accetta e puo essere utile per futuri lavori come questo.

Davvero grazie da Oliviero

"Cuky"/A.S.G. on October 5, 2008

Una composizione molto bene equilibrata in contrasto di colori e nitidezza. Auguri di Antonio.

oliviero masseroli on October 6, 2008

Grazie ad Hamza e a Antonio

Felice di avervi mostrato un po della mia Ucraina.

Oliviero

oliviero masseroli on October 7, 2008

A tutti coloro che hanno gradito questa foto consiglio la visione della proiezione digitale "La terra di Maryn" sul sito presolanafoto.it

Un saluto da Oliviero

Renato Pantini on March 9, 2012

Splendida foto, Oliviero! Like!. Ciao, Renato.

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on September 30, 2008
  • © All Rights Reserved
    by oliviero masseroli
    • Camera: FUJIFILM FinePix S6500fd
    • Taken on 2007/01/29 01:14:45
    • Exposure: 0.022s (1/45)
    • Focal Length: 6.20mm
    • F/Stop: f/2.800
    • ISO Speed: ISO1600
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups