Borgo di Ostia Antica

Selected for Google Maps and Google Earth

Comments (1)

Mario Castellani on October 7, 2008

Prospiciente l'ingresso agli scavi, nel suburbio della Ostia romana, si estende un'area caratterizzata da testimonianze archeologiche e monumentali, che dal periodo classico giungono fino all'epoca moderna, ed in cui si inseriscono il Borgo e la Rocca.

L’area, che fino al 1557 era toccata dal corso del fiume Tevere, coincide con il suburbio di Ostia Antica, ed ebbe in epoca romana destinazione sepolcrale. Frammenti di iscrizioni e di sarcofagi sono infatti ancora oggi visibili nelle murature degli edifici rinascimentali.

Una continuità nell'uso sepolcrale è accertata per i secoli IV e V, quando alla martire Aurea fu dedicata una basilica cimiteriale, parzialmente conservata al di sotto dell'attuale chiesa rinascimentale. L’edificio paleocristiano aveva orientamento opposto a quello attuale e gravitava su una strada basolata ancora visibile nel Parco dei Ravennati. Ripetutamente restaurata nell'alto medioevo la basilica divenne, nel IX sec., il nucleo intorno a cui Gregorio IV (827-844) raccolse l'esigua popolazione ostiense minacciata dalle scorrerie saracene. Il nuovo centro, denominato Gregoriopoli, era difeso da mura e munito di fossato.

Agli inizi del '400, papa Martino V (1417-1431), nell'ambito di una politica volta a rafforzare le difese territoriali, fece costruire a guardia del Tevere, una torre rotonda circondata da un fossato. Il sito, infatti, rivestiva un ruolo di primaria importanza per la gestione delle vicine saline (il cui monopolio spettava alla Chiesa) e per il controllo doganale dei traffici che si svolgevano lungo il fiume.

In questo quadro si inserisce l’intervento di rinnovamento del Borgo (ripristino del circuito murario e costruzione delle tre file di case a schiera), promosso e finanziato dal cardinale Guglielmo d'Estouteville, vescovo di Ostia dal 1461 al 1483.

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on October 6, 2008
  • Attribution-No Derivative Works
    by Mario Castellani

Groups