Affresco di un cavaliere e sullo sfondo la chiesetta di San Bernardo - Principato di Seborga

Not selected for Google Earth or Google Maps [?]

Comments (5)

Daniela Brocca on November 28, 2008

Bella foto di questo affresco,Ilda. Questo posto sembra interessante. Quanti bei posti ci sono in giro. Ciao, Daniela

Ilda Casati on November 28, 2008

Carissima Daniela abbiamo un'Italia meravigliosa (il Bel Paese) e anche tu lo hai ampiamente documentato con le tue foto. Probabilmente dovremmo imparare a conoscerla di più. E poi pensa al patrimonio d'arte che vi ha trovato culla. E' bello intercettare tante bellezze (a me quasi sempre sconosciute) grazie al contributo di cari amici, quale siete voi di Panoramio. Un caro ringraziamento e un affettuoso saluto. Ilda

GIANCARLO TICOZZI on November 29, 2008

Questa tua fotografia dell'affresco cara Ilda, oltre che essere molto bella perchè rende benissimo la tridimensionalità del soggetto e della scena in cui è coinvolto. Mi suggerisce l'idea di un Cavaliere in stato di riposo dalle fatiche di una battaglia ma soprattutto in un momento di forte coinvolgimento nella preghiera di ringraziamento a Dio per avuta salva la vita, con lo sguardo rivolto verso l'alto ed il libro sacro appoggiato alla gamba. Grazie Ilda per questi scatti che riescono a trasmettere sentimenti e riflessioni. Un bacione, Gian

Ilda Casati on November 29, 2008

Gian nel medioevo non si faceva nulla se non in rapporto a Dio. E' la più grande caratteristica di quel periodo che erroneamente chiamano "buio". Certo sbagliavano a volte la loro concezione di rapporto col divino. Per esempio i soldati mercenari pregavano assiduamente prima di andare ad ammazzare qualcuno. Però il lato positivo è che assolutamente tutto in quell'epoca si rapportava a Dio. Adesso invece l'uomo vuol dimostrare che Dio non c'entra con niente e se ne può benissimo fare a meno (non intendo generalizzare ovviamente). E lo si vede dallo smarrimento delle coscienze e dall'esperienza dell'insoddisfazione che colpisce i più. Non sanno più ove volgere lo sguardo, tutto è passeggero e nulla appaga. Non è così per chi vive una fede autentica. Il Medioevo ci ha insegnato anche questo. Un bacione, Ilda.

GIANCARLO TICOZZI on November 29, 2008

Grazie del tuo prezioso commento Ilda. Certo che se nel medioevo per il _mercenario il lavoro era quello lui pregava Dio prima di una battaglia; non era giusto sicuramente avere la protezione per andare a togliere la vita altrui ma quante persone oggi (politici compresi) fanno altrettanto andando a Messa tutte le mattine prima di andare al lavoro e poi magari comportarsi come avvoltoi nei confronti altrui??? Comunque indipendentemente da queste azioni Dio farà passare tutti attraverso il suo setaccio. Ciao, Gian

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on November 28, 2008
  • Attribution-Noncommercial-No Derivative Works
    by Ilda Casati
    • Camera: OLYMPUS IMAGING CORP. X600,D630,FE5500
    • Taken on 2008/10/30 16:55:37
    • Exposure: 0.033s
    • Focal Length: 5.80mm
    • F/Stop: f/2.800
    • ISO Speed: ISO217
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • Flash fired

Groups