Dedicata a Chocolat13, con _dolcezza_

Selected for Google Maps and Google Earth

Comments (12)

Ilda Casati on December 3, 2008

"Beh il nick Chocolat è per due motivi.... passione per la cioccolata - di tutti i gusti!! - e per il film Chocolat: lento, sensuale, ricco di mistero, per il luogo dove si svolge la storia, la fotografia - quella strana sensazione di bianco/nero che c'è e non c'è - ed ovviamente la protagonista....... lei....Juliet...ma che dico (?): la Cioccolata :-D !! Affascinanti anche i protagonisti in carne ed ossa: Juliette Binoche e Johnny Depp!"

Spero che Rosa sia d'accordo a questa rieditazione di un suo vecchio commento a me destinato. Sono parole belle che meritano a lei la dedica della foto inerente la bottega del Maestro Cioccolatiere più famoso di Amboise, in Francia.

Un "dolcissimo" saluto da Ilda.

Giancarlo Ticozzi on December 3, 2008

Ah! Ilda ma dalla tonalità dei colori e dai fiori cosi rigogliosi qui si era a giugno!!! mi sono... quasi "perso" di stagione. Sono molto belle quelle costruzioni in muratura con finimenti in legno e mi ricordo in particolar modo quelle della Normandia dove ad una struttura di legno si faceva poi una tamponatura con mattoni ed intonaco. Sul commento al "cioccolato" e al film mi trovi d'accordo con te ma per me il "forte" è stata l'atmosfera che si "respirava" nei luoghi dove si è narrata la vicenda e un'atmosfera del genere io la "percepisco" forte soprattutto quando mi reco nel nord della Francia, in Normandia e Bretagna.

Ilda Casati on December 3, 2008

Infatti Gian Carlo qui siamo abbastanza a nord, vicino a Tours. La casa è una di quelle tipiche a graticcio, con finimenti in legno, come scrivi tu.

Il bellissimo commento inerente il cioccolato è scritto dal pugno di Rosa ed è in risposta ad una mia vecchia domanda riguardo il motivo della scelta del suo nick name. La foto l'ho fatta solo per lei. Malgrado ciò, io sono una golosona numero uno di cioccolato (nero). A presto. Ilda

Giancarlo Ticozzi on December 3, 2008

Sono al... corrente del suo "nik" Ilda perchè nel commentare le sue fotografie sul "Cioccoshow" di Bologna ed incuriosito glie l'avevo chiesto. Mi pare "strano" non aver ancora trovato qualcuno a cui non piaccia il cioccolato; il mio "ideale" è sempre stato quello (a parte il "nero" col max. di cacao) che si spezza con la "mazzetta" in pezzi "irregolari". Un'abbraccio nella "golosità", Gian

Paola Chiarella on December 4, 2008

Ciao Ilda... mhmmmm! ...Il nero fondente al 99%! Wow!

Che passione!

...Un dolce saluto paola

Ilda Casati on December 4, 2008

Carissima Paola fondente è d'obbligo per gli appassionati. Ma i miei gusti non vanno oltre il 65%. Mi piace lasciar spazio a qualcosa anche di dolce e barcamenarmi tra i due. Comunque sono e resto una golosona! Sai cosa mi viene buono? Il ciocorì. Veloce da fare, ottimo da gustare! Un zuccheroso saluto da Ilda.

Paola Chiarella on December 4, 2008

Ciao Ilda, senti non è che mi daresti la ricetta così evito di comprare quello in latteria che non è il massimo della genuinità?

Ed io contraccambio con un abbraccio!

Ciao ciao Paola

Marco Vanzo on December 4, 2008

Un gran bell'omaggio a Rosa.. in una foto .. una bella vetrina ed i rossi geranei !

c'è tutto.

ciao, Marco

Giorgio Sari on December 4, 2008

il nero fondente,quello al latte,il bianco,con le nocciole,le praline ho dimenticato qualcosa?buono tutto!sempre belle foto,ciao Giorgio

Ilda Casati on December 5, 2008

Giorgio hai dimenticato il gianduia. Una specialità. E volendo poi ci sono quelli dei nostri vicini svizzeri, con ripieni vari o al liquore.

Marco vien voglia di entrare in questo salone pasticceria. Dato il clima in questo momento io prenderei .... vediamo .... ah, ecco, una cioccolata calda con panna montata gustandomi il calore dell'amicizia che mi offrite tutti. Offro io, perché domani è il mio compleanno.

Carissima Paola, il ciocorì si fa in pochi minuti. Fondi a bagno maria mezzo chilo di fondente (facoltativi un cucchiaio di zucchero e uno di olio di semi). Inserisci poi 120 gr. di riso soffiato e amalgami delicatamente. Mentre è ancora caldo versi il composto a cucchiaiate su un foglio di alluminio e lasci rassodare il tutto qualche minuto in frigo. Se invece desideri appiattirlo, come nella mia foto, ci vuole un po' di pazienza e tempo in più. Allo scopo uso il fondo di un bicchiere e una volta tolto dal frigo taglio a listerelle col coltello. La prima parte del lavoro però la faccio col Bimby. Con questo apparecchio tutto è un gioco! Ti saluto con un cioccolatino a forma di bacio! Ilda

Chocolat13 on December 7, 2008

Ilda carissima e gentilissima, prima di tutto perdonami se con così grande ritardo e solo grazie al tuo link su una mia foto - ma ahimè il tempo è tiranno -, vedo questa dolcissima dedica, dolcissima in ogni senso :-)!! La foto è deliziosa, la cioccolata una tentazione: fondente, extrafondente, al latte, alle nocciole, al peperoncino, all'arancia e alla cannella..... insomma comunque sia a me va sempre bene..... l'ambientazione della tua foto è ottima e trovo che la parola francese chocolatier racchiuda un'infinità di emozioni, sia perchè legate alla cioccolata e al suo gusto sublime, sia per la soavità del suono fonetico francese cho e a qeull'accento che cade, nella parola chocolat direi sulla a, salvo errori... Ricambio con affetto il dolcissimo saluto! Rosa

Ilda Casati on December 7, 2008

Carissima Rosa sono lieta del tuo gradimento. In quel momento non potevo non pensare a te. Ma guarda che ti faccio concorrenza perché pure io sono fanatica del cioccolato. Ti ringrazio per le belle ed interessanti parole del tuo commento che condivido in toto. Fonetica unita ad atmosfera... Buona merenda! Baci, Ilda.

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on December 3, 2008
  • Attribution-Noncommercial-No Derivative Works
    by Ilda Casati
    • Camera: OLYMPUS IMAGING CORP. X600,D630,FE5500
    • Taken on 2008/06/29 10:55:43
    • Exposure: 0.001s
    • Focal Length: 5.80mm
    • F/Stop: f/2.800
    • ISO Speed: ISO64
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups