Il Carega da Cima Trappola

Selected for Google Maps and Google Earth

Comments (11)

calzavara francesco on January 13, 2009

questa mi piace moltissimo....

bravo Gastone

ciao

Gastone “GAST1” Sega… on January 14, 2009

Quella che vedi la posso definire "la mia montagna".

Il Carega, minimo sei/sette volte all'anno son là sopra.

Gastone

Marco Malvezzi on January 15, 2009

La tua?????? E mia no???? Nostra, allora!!! Lo scorso anno sono riuscito a girare quasi tutto il gruppo, tralasciando la mitica mulattiera diretta allo Scalorbi. Il giro più faticoso è stato raggiungere il Fraccaroli per la via delle creste, ma anche circumnavigare il Terrazzo non è stato una passeggiata! Ho incontrato di tutto: camosci, caprioli, pecore, volpi, falchi... e ho pure schivato di poco una bella vipera che spuntava da un cespuglio di pino mugo!

Gastone “GAST1” Sega… on January 15, 2009

Hai ragione Marco scusami :-))). I beg your pardon.

Quello che hai menzionato è proprio il maggior rischio che si corre sulla via delle creste, dove la salita per arrivare sulle creste è proprio in mezzo ai mughi, dove facilmente si annidano le vipere.

Per circumnavigazione del Terrazzo immagino tu intenda salire da prima del Lago Secco verso Malga Terrazzo per poi le cime fino ad arrrivare allo Scalorbi.

A parte tutto, il "nostro" Carega è unico, dove è possibile incontrare tutte le tipologie di percorso che si trovano sulle grandi cime. E' per questo una palestra indiscutibile. Ma soprattutto è un gruppo bellissimo.

Gastone

Marco Malvezzi on January 15, 2009

Quando ho girato il Terrazzo sono partito dal Rif. Boschetto, salendo al Passo Lora (o Tre Croci), e già questa prima salita spacca niente male; poi ho raggiunto il Passo Zevola con cappatina al Rif. Fraselle di sopra; ripreso il Terrazzo (impressionante passare a fianco alla antica frana che si nota fin dalla pianura) sono giunto all'omonimo Rifugio. L'ultimo tratto è stato il meno bello: sottobosco e dirupi, con i piedi ormai cotti e tanta, tanta fame in corpo. Ritornati al Boschetto abbiamo cenato a trote ai ferri: una squisitezza!!! Un salutone!

Gastone “GAST1” Sega… on January 15, 2009

L'ultimo tratto è probabilmente quello che accennavo io, immagino tu sia uscito un po' prima del Lago Secco e da li' per la carrozzabile sei salito al Boschetto, vero? E' proprio un bel giro, convengo con te, anche se certamente duretto.

Sto ora programmando con i miei classici amici montanari tra fine gennaio e inizio febbraio di salire su Cima Posta per la diretta deviando poi per il canalino a destra della salita classica per sbuccare sulla cresta che arriva dalla Campalani. L'abbiamo fatto anche lo scorso anno, innevato è bellissimo.

Tienimi informato di cosa farai in Lessinia e sul Carega, io sono sempre curioso e magari un buon consiglio me lo sai sempre dare,

Ciao Marco

by Gast1 Questo

Gastone “GAST1” Sega… on January 15, 2009

Quel "Questo" in fondo non c'entra niente :-)))

niklas-bayrle.com on January 22, 2009

A really nice mountain picture! I like it.

Greetings from Germany

Gastone “GAST1” Sega… on January 23, 2009

Grazie DiggaTwigga, your comments are an honour for me.

Ciao,

Gastone

©geniodimarica on February 8, 2009

ragazzi di cui sopra...andateci piano con queste montagne...MASSIMA PRUDENZA!

Gastone “GAST1” Sega… on February 9, 2009

E qui hai perfettamente ragione Marica, la montagna non va mai sottovalutata, perché i rischi oggettivi in certe situazioni sono molto alti. Pertanto a volte conviene avere il coraggio di rimanere a casa piuttosto di rischiare.

Gastone

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on January 13, 2009
  • © All Rights Reserved
    by Gastone “GAST1” Sega…
    • Camera: NIKON CORPORATION NIKON D60
    • Taken on 2009/01/04 13:24:00
    • Exposure: 0.003s (1/400)
    • Focal Length: 30.00mm
    • F/Stop: f/10.000
    • ISO Speed: ISO100
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups