I bastioni che cingono l'isolotto di Mont Saint-Michel (Bassa Normandia)

Selected for Google Maps and Google Earth

Comments (9)

Giancarlo Ticozzi on September 8, 2009

Ilda qui mi pare che invece siamo sulla parte più propriamente detta da... "guerra", fra torri, torrette, contrafforti vari ma, dove anche li vi è la statua di Maria (forse è la medesima di prima che da sulla via). Mi piace molto quella finestra dell'abbaino coperta dal tetto a forma di cono, il tutto caratterizzato dall'inconfondibile tonalità nordica. Un fraterno abbraccio, Gian

Ilda Casati on September 8, 2009

E' proprio la stessa Madonnina Gian. Non ci avevo fatto caso. I tetti sono davvero tipici. Forse spiccatamente spioventi per far cadere la neve, non so. Qui siamo ancora vicini alla Porta dell'ingresso. Ricambio l'abbraccio. Ilda

Magnani on September 8, 2009

Una bella prospettiva immaginando questo bellissimo posto Ilda, Mont Saint-Michel, un luogo che dovrò decidermi a visitare.

Un carissimo ciao, Paolo.

Salvatore Distefano on September 8, 2009

Ilda, lo sai che in questo bellissimo posto così ben documentato da te per noi, non ci sono mai stato...e dire che i miei antenati sono venuti proprio da quelle parti (Normanni)!!! Ciao, Salvatore

Silena Lambertini on September 9, 2009

I miei amici che sono andati mi hanno sempre raccontato meraviglie di questo luogo. Sono felice di potere vedere le tue foto e saperne un pò di più. Lasi

patano on September 9, 2009

Ciao Ilda questa inquadratura mi piace molto!! Vedo che il cielo grigio ti segue ovunque tu vada !! In questa immagine devo dire che ci sta bene...aiuta a cogliere il fascino romantico del luogo.

Un abbraccio, Paolo.

eziozerziani on September 9, 2009

Che BELLA! Ciao ILDA

Ermanno

Ilda Casati on September 9, 2009

E' un luogo che consiglio di visitare, a chi è possibilitato. Per il momento vi ringrazio di esservi accontentati del mio umile contributo. Siete tutti molto cari. Ciao Paolo M., Salvatore dagli occhi blu, Lasi, Paolo P(T) ed Ermanno. Ilda

Ilda Casati on September 12, 2009

Si ritiene che la lunga storia di Mont Saint-Michel sia iniziata nel 708, quando Aubert, vescovo di Avranches, fece innalzare sul Mont-Tombe un santuario in onore dell'arcangelo Michele. Il monte divenne rapidamente una delle maggiori mete di pellegrinaggio. II X secolo vide i benedettini insediarsi nell'abbazia, mentre, più in basso, si espandeva un piccolo centro abitato che, nel XIV secolo, giunse a lambire i piedi della rocca. Piazzaforte inespugnabile durante la guerra dei Cent'anni, Mont Saint-Michel è anche un pregevole esempio di architettura militare. I bastioni e le fortificazioni del borgo resistettero a tutti gli assalti inglesi e fecero di Mont Saint-Michel un luogo simbolico dell'identità nazionale. Dopo lo scioglimento della comunità religiosa durante la Rivoluzione, l'abbazia funse da luogo di detenzione fino al 1863. Divenuto monumento storico nel 1874, il complesso fu oggetto di numerose opere di restauro protattesi fino ai giorni nostri. Grazie a tali opere, i visitatori possono oggi riscoprire lo splendore dell'abbazia che gli uomini del Medioevo consideravano la Gerusalemme celeste sulla terra, l'immagine stessa del Paradiso. Dal 1979, l'UNESCO ha annoverato Mont Saint-Michel tra le bellezze del patrimonio mondiale. (Testo di ricerca)

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on September 8, 2009
  • Attribution-Noncommercial-No Derivative Works
    by Ilda Casati
    • Camera: OLYMPUS IMAGING CORP. X600,D630,FE5500
    • Taken on 2008/06/28 09:26:03
    • Exposure: 0.003s
    • Focal Length: 5.80mm
    • F/Stop: f/2.800
    • ISO Speed: ISO64
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups