Interno della chiesa benedettina - Mont Saint-Michel (Bassa Normandia)

Selected for Google Maps and Google Earth

Comments (6)

©Luigi Petrazzoli on September 11, 2009

Una pavimentazione allegra che contrasta che contrasta eccessivamente con la serietà delle colonne e delle finestre in stile gotico. Ma forse era proprio questo il desiderio di chi lo ha realizzato: creare nella chiesa un ambiente più gioioso. Ciao carissima Ilda. luigi

Ilda Casati on September 12, 2009

Probabilmente è come hai scritto tu Luigi. Occorre tener presente che questa chiesa ha subito vari rifacimenti. Infatti verso il 1400 crollò il coro romanico; poi ci fu un incendio nella seconda metà del '700. Furono fatte altre modifiche quando questo luogo divenne un penitenziario ed infine si fecero scavi sotto il pavimento che portarono alla luce un'altra antica cappella. Resta comunque un evidente contrasto tra le due epoche di inizio/fine. Un abbraccio, Ilda.

Giancarlo Ticozzi on September 12, 2009

Certamente Ilda, come ha detto Luigi, una pavimentazione quasi... nuova e dei giorni nostri (ma anche dell'altare), si potrebbe dire, soprattutto per le mattonelle piccole e... lucide. Probabilmente è come dici tu, il pavimento è stato rifatto dopo gli scavi sotto ad esso ed ora che ci penso sai che non avevo notato questa grande differenza quando siamo andati noi, ma forse solo perchè il pavimento non era stato tirato così a... lucido, oppure io (come al solito) anche in quella circostanza guardavo in... aria. Un caro saluto, Gian

Silvy51 on September 13, 2009

anche se gli stili sono diversi, devo dire che l'atmosfera che si respira mi piace.

ciao, silvy

Ilda Casati on September 14, 2009

Sicuramente Silvy l'atmosfera di questo luogo è un suggestivo rimando alla vita che vi si trascorreva. Non dobbiamo dimenticare che nel Medioevo il fattore religioso era vissuto in maniera autentica e contrassegnato da una immagine di Dio come orizzonte totalizzante di ogni azione umana. Dio era riconosciuto sorgente di ogni cosa, presente in qualunque aspetto della vita. Si viveva secondo un ideale unificante, una metalità unitaria. Altro che secoli bui! Qui si sono susseguiti diversi stili artistici ed anche stili di vita. Ma il perno era sempre il fattore religioso. Questo sino alla Rivoluzione Francese quando i monaci furono scacciati ed il luogo divenne una prigione. Solo nel 1966 si insediarono nuovamente dei religiosi. Sono stata un po' lunga Silvy, ma per me è importante non disgiungere storia, arte e ideale che motiva azioni e scelte. Io penso a questo quando visito un luogo. Un carissimo saluto, Ilda.

Silvy51 on September 16, 2009

grazie Ilda,

in genere io sono breve, ma mi fa sempre piacere leggere un bel commento!

ciao, silvy

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on September 11, 2009
  • Attribution-Noncommercial-No Derivative Works
    by Ilda Casati
    • Camera: OLYMPUS IMAGING CORP. X600,D630,FE5500
    • Taken on 2008/06/28 10:59:52
    • Exposure: 0.033s
    • Focal Length: 5.80mm
    • F/Stop: f/2.800
    • ISO Speed: ISO320
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • Flash fired

Groups