Rifiuti abbandonati in quel dei Monti della Tolfa

Selected for Google Maps and Google Earth

Comments (10)

Michele Leonardi on June 13, 2010

Questo fenomeno si verifica purtroppo maggiormente in questo luogo in occasione delle ricorrenze pasquali, per cui il riferimento alle medesime festività è puramente casuale. Non ci vuole una scienza per capire che saranno stati qualche animale quadrupede e poi il vento a sparpagliare i rifiuti di plastica. Tuttavia rimane il fatto che chi ha banchettato qui ha sfoggiato il proprio livello di civiltà. Per cui ci si chiede: questa gente si merita la democrazia?

Michele Leonardi on October 20, 2010

..nel senso che la Democrazia non è fatta solo di diritti, ma anche di doveri, ossia di responsabilità anche nelle piccole azioni quotidiane.

lucabellincioni on April 16, 2011

in che posto?

Michele Leonardi on April 17, 2011

Esattamente lì e negli immediati e meno immediati dintorni, più o meno. In pratica seguendo il corso del torrente Fosso Rio Fiume in direzione N-O rispetto al ponte dove si può parcheggiare. Questo torrente è quasi sempre in secca, perché le sue acque vengono intercettate da un acquedotto. Per altro, nel punto in cui ho posizionato la foto c'è da sempre un bel grosso secchione metallico dell'immondizia che viene sempre svuotato dagli spazzini. Solamente che alcuni gitanti che fanno pic-nic in tutta la zona lì vicino, e specialmente in occasione del giorno di Pasquetta, anziché buttare l'immodizia appunto nel secchione, ebbri di vino o ebbri di proprio, abbandonano i sacchetti dell'immondizia dove capita. Successivamente è ovvio che arrivano mucche e/o animali selvatici vari che sparpagliano l'immondizia in giro; il resto lo farà il vento. Non che tutta la gente si comporti così, ma bastano pochi sacchetti abbandonati per produrre lo squallido spettacolo che si vede nella foto.

pensiero37 on December 5, 2012

Molti che fanno il picnic sono rumeni.

Michele Leonardi on December 5, 2012

Guarda caso, questi che hanno lasciato questo capolavoro di arte contemporanea erano proprio paesani nostri: "italiesi".
Non meritano infatti l'appellativo di italiani.

grecik on December 30, 2012

Una tristezza senza fine Michele, specialmente se ci rendiamo conto di quante centinaia o addirittura migliaia di anni ci vogliono perché un pezzo di plastica si degradi nell'ambiente. YSL per rendere più visibile questa denuncia su GE.

Michele Leonardi on January 6, 2013

Grazie mille del tuo supporto e dei tuoi voti SUPERLATIVI, Grecik!! :)

E' ancora più assurdo visto i gitanti provengono tutti da un punto (la strada S. Severa-Tolfa) dove c'è un bel sechhione dell'immodizia che ti dice: buttala qui la tua zella!

... evidentemente non capiscono il romanesco.

giovanni bidi on February 12, 2013

Questo e il famoso msg lasciato da certi Gruppi che visitano ogni primavera/estate i Monti della Tolfa (altro che rumeni): - Rispetto della natura e della biodiversità sono alla base di queste interessanti "gite ecologiche" sperimentali che servono per comprendere meglio e valutare il tempo di deterioramento dei vari componenti dalla plastica all'alluminio dalla stagnola alla carta ecc. complimenti da Tuchulca!

Michele Leonardi on February 28, 2013

Grazie mille, Tuchula!

Un saluterrimo, Michele

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on April 26, 2010
  • Attribution-Noncommercial-No Derivative Works
    by Michele Leonardi
    • Camera: NIKON CORPORATION NIKON D200
    • Taken on 2007/05/13 18:00:28
    • Exposure: 0.004s (1/250)
    • Focal Length: 18.00mm
    • F/Stop: f/6.300
    • ISO Speed: ISO125
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups