Spiaggia libera a Boccadasse # Genoa free beach

Selected for Google Maps and Google Earth

Comments (12)

Enrico Pighetti on January 13, 2012

Non del tutto libera visto che La strambata legittimamente rivendica la sua quota parte. Tra poco a quei poverini il sole toccherà prenderlo sdraiati sulle persiane. Tranquilli però: a Civitanova hanno fatto di meglio. Collocata a mo' di zona franca tra gli arenili privati, l'area free è frequentabile solo dalla specie degli uomini-sogliola, dagli anoressici o da chi si sia sottoposto a cura dimagrante anfetaminica con asportazione chirurgica dell'addome.

Enrico Pighetti on January 13, 2012

Like :-)

pivapao on January 13, 2012

Ecco, Enrico, come genovese volevo proprio sottolineare questa bruttissima abitudine nostra, di dare i litorali in concessione, in barba alle leggi che impongono sufficienti spazi gratuiti per chi non è disposto a pagare per mettere i piedi in mare.

grecik on January 13, 2012

Ma quanto ci piace il profumo del mare e il calore del sole! Guardo la targa con il nome della via sull'edificio rosso, Paolo, e mi viene in mente il ritornello di una celebre canzone napoletana: Chist'è 'o paese d' 'o sole, chist'è 'o paese d' 'o mare...

pivapao on January 13, 2012

Questa casa piccola, questa casetta mia, lontano chi te le dà?...

Però anche i genovesi hanno le loro belle canzoni nostalgiche, Greta ! Anche noi in passato siamo stati grandi emigranti verso il Sudamerica... E i Polacchi hanno canzoni di questo tipo?

Christos Theodorou on January 13, 2012

Marvelous colours and a lovely capture. Hello from Athens.

grecik on January 13, 2012

La nostra canzone non ha la stessa vostra ampia e bellissima tradizione della canzone dell'emigrante Paolo, a parte qualche canzone a cui sicuramente manca la stessa forza espressiva e nota nostalgica di una canzone napoletana (il repertorio genovese mi è sconosciuto, purtroppo). Però, in compenso abbiamo poesie bellissime degli autori romantici emigrati dopo la Rivolta di Novembre (1830-31) per Francia in maggior parte. Adam Mickiewicz e le parole dell'invocazione per "Pan Tadeusz". Norwid, morto a Parigi anche lui e il suo "My song". Erano romantici, quindi l'amore per la patria e l'elogiarla ebbe un risalto extra nelle loro opere, ma erano tutti emigranti particolari, perché in esilio. E poi Chopin, morto a Parigi anche lui, l'intero suo repertorio di mazurche e polonaise è il sinonimo dello spirito polacco, sì è sempre distinto tra i grandi pianisti per la nota molto nostalgica del suo pianoforte, dovuta alla lontananza dalla sua terra :)

adoverboy2 on January 13, 2012

You know how to find them!

pivapao on January 14, 2012

Non posso lasciarti con questa lacuna, Greta ! Ma se ci penso è la canzone genovese più famosa, che parla appunto della nostalgia di casa, tipica di tutti gli emigranti.


Thanks Christos and adoverboy2, greetings from Paris, Paolo.

Pom' on January 16, 2012

mi evoca certi film di Ettore Scola :) bella, pao.

pivapao on January 16, 2012

Questo, Pom', è uno degli angoli più conosciuti e caratteristici di Genova, vicinissimo a dove ho passato la mia infanzia. È un piacere rivederti sulle mie pagine.... :)

Sabit Tagiyev on January 22, 2012

Like

You have very nice photo collection

I have added your profile to my favourites

Greetings from Azerbaijan

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on January 13, 2012
  • Attribution-Noncommercial-No Derivative Works
    by pivapao
    • Camera: NIKON COOLPIX P80
    • Taken on 2011/12/30 16:01:27
    • Exposure: 0.004s (1/240)
    • Focal Length: 9.80mm
    • F/Stop: f/7.100
    • ISO Speed: ISO64
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups