Tassita - Nevicata feb12

Selected for Google Maps and Google Earth

Ciaspolata alla Tassita, Parco dei Nebrodi. Domenica 19feb12, altezza neve 1,5-2 mt, temperatura 0° C, -7° C. Franco, Nino e Mimmo

Bosco Tassita - Parco dei Nebrodi

Il "Bosco Tassita" è una faggeta termofila, presente cioè alle quote inferiori della fascia montana (1320 mt slm). E' contraddistinta dalla presenza, accanto al faggio (Fagus sylvatica), del tasso (Taxus baccata) e dell' agrifoglio (Ilex aquifolium), nello strato arboreo inferiore o, più frequentemente, in quello arbustivo. Quest'ultime sono entrambi specie protette e rappresentano due importanti esempi dei cosiddetti "relitti terziari", cioè specie molto diffuse nel periodo terziario (65 - 1,8 milioni di anni fa), quando il clima era più temperato ed umido, e che hanno contratto notevolmente la loro distribuzione naturale in seguito alle glaciazioni del quaternario.

Il Taxus baccata è un albero dell′ordine delle conifere, dioico, sempre verde e a crescita molto lenta, che vegeta spontaneamente in particolari boschi in cenosi (insiemi di individui vegetali di specie diverse che coabitano in condizioni di equilibrio nello stesso ambiente) con faggi, agrifogli e aceri. Il Bosco Tassita costituisce una delle rare stazioni di crescita del Tasso Baccato (unica in Sicilia), con una apprezzabile estensione (circa 50 ha) ed alcuni esemplari di notevoli dimensioni.

Il tasso è una pianta di elevata tossicità. Questa pianta infatti immagazzina il suo eccesso di azoto in alcaloidi molto velenosi: tutte le parti dell′albero sono velenose, se si eccettua l′arillo rosso attorno al seme. Alcuni animali selvatici si nutrono volentieri di parti del Tasso, soprattutto i cervi, che traggono una specie di effetto stimolante dagli alcaloidi. Gli animali domestici e gli uomini, però, ne muoiono. Sfortunatamente i cavalli gradiscono i rami fioriti del tasso, con risultati mortali. Le foglie lineari sono la parte più velenosa dell′albero. Gli alcaloidi del tasso producono palpitazioni e difficoltà respiratorie, e in poche ore portano alla paralisi, al coma e all′arresto cardiaco. Provocano anche spasmi allo stomaco, cosa che lo fece diventare un metodo abortivo nel tardo Medioevo, metodo che spesso portava alla morte anche la madre. In Sicilia, per questa ragione, queste piante nel corso dei secoli sono state abbattute in maniera selvaggia, correndo il rischio d'estinzione.

Per la visita al Bosco Tassita lasciare l'auto nei pressi della stazione della forestale (N 37° 54' 02 - E 14° 30' 09"). Si tratta di un percorso abbastanza facile, con poco dislivello, che attraversa una zona di eccezionale valore naturalistico, per l'unicità degli aspetti botanici e paesaggistici. Ci si immerge subito in una fitta faggeta e, al primo bivio, si può deviare sul “sentiero tematico del carbone”. Lungo questo percorso sono state ricreate a cura dell’Ente Parco le varie fasi di produzione del carbone, che per secoli ha costituito una delle principali fonti economiche per le popolazioni dei Nebrodi ed in particolare per gli abitanti di Caronia. Rientrati lungo l’itinerario principale, dopo qualche minuto si raggiunge un abbeveratoio. Dopo circa 2,3 km dalla partenza, in corrispondenza di un tornante, si accede all’area recintata della Tassita. Qui ha inizio un magnifico percorso ad anello che attraversa la parte più interessante della Tassita, dove si potranno ammirare splendidi esemplari di Taxus baccata, faggi e aceri monumentali, agrifogli, tutti inseriti in un fresco sottobosco di grande suggestione. Ritorno sullo stesso percorso.

Show more
Show less
Save Cancel Want to use bold, italic, links?

Comments (11)

CORRADO TRIPICCHIO © on March 5, 2012

Mimmo,Ne è valsa la pena ciaspolare fin quassù e vedere quasi 2m di neve!!!Le immagini sono molto belle e significative.

LIKE.

Ciao.Corrado

Alberto Asensio on March 6, 2012

L 2, Mimmo talento. Una inmensa envidia para estos lares. Aquí hace falta mucha agua. Saludos.

mimmo valenti on March 8, 2012

Thanks for your lovely comments

Corrado

Albert

Greetings Mimmo

© cvandermeijden on March 13, 2012

Wow, very atmospheric!

I Like it!

Best wishes Carla

Sandro & Cristina on March 14, 2012

Wooooow!!! Quanta, ottima testimonianza Mimmo, like.

Ciao ciao Sandro & Cristina

Sandra Vilumsone on March 15, 2012

Stupenda la neve in Sicilia.Sandra-LIKE

senmax on March 22, 2012

Very nice photo. Like.

mimmo valenti on March 30, 2012

Thanks for your lovely comments

Carla

Sandro&Cristina mai vista tanta neve in Sicilia

Sandra mio piace rivedere un paesaggio nella sua connotazione invervale, diversa ma naturalmente vera

Senmax

Moorteufel

Greetings Mimmo

guido.biffi on May 13, 2012

Ragazzi vedo che anche da voi la neve non manca, bellissima foto , un caro saluto GUIDO.

mehran.khajezadeh. on June 29, 2012

Beautiful shot LIKE greetings, Mehran

mimmo valenti on July 13, 2012

Sorry for the delay. Thanks for your kind comments.

Greetings Mimmo

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

WorldItalySicilia

Photo taken in Parco Naturale dei Nebrodi, Caronia ME, Italy

Photo details

  • Uploaded on March 4, 2012
  • © All Rights Reserved
    by mimmo valenti
    • Camera: NIKON CORPORATION NIKON D200
    • Taken on 2012/02/19 12:59:57
    • Exposure: 0.020s (1/50)
    • Focal Length: 25.00mm
    • F/Stop: f/10.000
    • ISO Speed: ISO100
    • Exposure Bias: 1.00 EV
    • No flash

Groups