Il lager di Buchenwald....per non dimenticare

Selected for Google Maps and Google Earth

Le baracche del lager non sono conservate,i loro siti sono contrassegnati da pietre recanti il numero del Block corrispondente;nel 1975 ne furono segnate le piante con pietre e scorie di rame

Show more
Show less
Save Cancel Want to use bold, italic, links?

Comments (19)

Paola65 on April 25, 2012

Per non dimenticare.

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia. L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che strozza l’intelligenza. Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia promulgare le leggi che solo la rivolta potrà abrogare, lascia salire al potere uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare. Tra l’assenteismo e l’indifferenza poche mani, non sorvegliate da alcun controllo, tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora, perché non se ne preoccupa; e allora sembra sia la fatalità a travolgere tutto e tutti, sembra che la storia non sia altro che un enorme fenomeno naturale, un’eruzione, un terremoto del quale rimangono vittime tutti, chi ha voluto e chi non ha voluto, chi sapeva e chi non sapeva, chi era stato attivo e chi indifferente. Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo? Odio gli indifferenti anche per questo: perché mi dà fastidio il loro piagnisteo da eterni innocenti. Chiedo conto a ognuno di loro del come ha svolto il compito che la vita gli ha posto e gli pone quotidianamente, di ciò che ha fatto e specialmente di ciò che non ha fatto. E sento di poter essere inesorabile, di non dover sprecare la mia pietà, di non dover spartire con loro le mie lacrime. Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti”. Antonio Gramsci 11 febbraio 1917

Marianna Angelaki on April 25, 2012

per non dimenticare...

©Luigi Petrazzoli on April 25, 2012

Ringrazio Paola per il testo da lei riportato. Parole che hanno un senso assoluto e che dovrebbero valere per tutte le persone che credono veramente in un mondo più giusto. Scritte quasi cent'anni fa, non hanno purtroppo mai avuto un seguito adeguato, in tutti i campi, e quello che intanto è successo conferma quanto di negativo Gramsci aveva previsto.

Daniela Brocca on April 26, 2012

Una serie emozionante, Dotty. Questa è da brivido, compreso il post di Paola.

Non mi ero mai resa conto di dove fosse Buchenwald. Ho visitato Weimar con un tour nel 2008, ma non faceva parte del giro. Peccato. Ciao, Dany

Antonio Passaseo on April 26, 2012

Ogni parola è superflua. C'è solo da meditare sulla stupidità e la ferocia del genere umano. Bel lavoro, doc. Like. Antonio

Dottor Topy on April 26, 2012

Grazie innanzitutto a Paola ed alla sua grande sensibilità. Grazie a Gabriele - Marianna - Luigi -Bart - Dani - Antonio

alessandro masini on April 26, 2012

è bello vedere lo stimolo che due intelligenze come le vostre sono in grado di dare...vale di più a volte una foto come questa e una citazione perfetta di tante altre cose! grazie Mauro e grazie anche Paola! alessandro

Dottor Topy on April 27, 2012

Ale grazie a te per le tue parole (ed interpreto anche il pensiero di Paola)

The Red on April 28, 2012

Bello il richiamo dei garofani rossi a Schindler's List. GRAZIE PER LE TUE FOTO CHE OFFRONO SEMPRE SPUNTI DI RIFLESSIONI ED OCCASIONI PER FERMARSI UN ATTIMO A PENSARE. Saluti da Napoli. Nello

Dottor Topy on April 30, 2012

Patrizio sul dimenticare ho qualche dubbio...chiediamolo alle nuove generazioni,a cosa imparano nelle scuole. Ciao Nello un riferimento perfetto. Il ricordo per me più presente e struggente di quel film è proprio il cappottino rosso della bambina

Dottor Topy on April 30, 2012

Patrizio con tutto il materiale che abbiamo oggi a disposizione ed i mezzi di informazione è pressochè impossibile non conoscere la storia recente.Ma i programmi scolastici a malapena arrivano al passato "recente" e forse lo fanno in maniera superficiale.Considera che noi siamo appena dopo quella generazione che è uscita fuori da quella guerra eppure abbiamo bisogno ogni tanto di una "rinfrescata"

Roberto Donna on May 2, 2012

No comment!!!!

effeelle on May 3, 2012

Gocce di sangue sul cuore....chi dimentica???

Lalla

Dottor Topy on May 4, 2012

Ciao Roberto ciao Lalla mi fa molto piacere ritrovarvi su questa foto

Hollis chen on May 9, 2012

LIKE very good photo..

Best wishes from Taiwan,HungChu Chen

Claudia P. Jara on July 17, 2012

......

L

Dottor Topy on July 19, 2012

Hola Claudia muchas gracias!

AcheG on February 3, 2014

J'aime beaucoup tes photos. Dommage que la langue et la distance nous séparent, je suis convaincu que nous aurions beaucoup de points communs. Amicalement. ( Like évidemment) Henri

Dottor Topy on February 5, 2014

Ciao Henri piacere di conoscerti! Ho visto la tua galleria e sicuramente abbiamo molti interessi in comune,per prima la passione per i viaggi. Comunque capisco discretamente il francese anche se lo parlo un po' male e non lo scrivo per niente! Ciao mon pote!

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on April 24, 2012
  • © All Rights Reserved
    by Dottor Topy
    • Camera: NIKON CORPORATION NIKON D7000
    • Taken on 2012/04/22 15:18:00
    • Exposure: 0.005s (1/200)
    • Focal Length: 18.00mm
    • F/Stop: f/13.000
    • ISO Speed: ISO200
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups