Le giovanili cariatidi che accolgono al portone di Casa Campanini - Milano

Selected for Google Maps and Google Earth

Le giovanili cariatidi che accolgono al portone di Casa Campanini - Milano - MCE703

Edificata agli inizi del '900 come propria residenza da Alfredo Campanini, la Casa è un esemplare

prezioso in stile Liberty.

Show more
Show less
Save Cancel Want to use bold, italic, links?

Comments (18)

Daniela Brocca on May 14, 2012

Non mi ero mai resa conto , se non negli ultimi anni, di quanto Liberty ci sia a Milano, Luigi. Anche se non è l'art Déco, che preferisco, lo trovo molto piacevole nelle diverse versioni. Se penso che sono andata in giro per il mondo con le guide a vederlo...Ciao, Dany

Giovanni Sottile on May 14, 2012

Molto eleganti queste sculture, sicuramente danno lustro a questi vecchi stabili tipici della Milano bene! :::LK:::

©Luigi Petrazzoli on May 15, 2012

Dany, anche le guide di Milano è difficile che riportino tutti gli edifici in questo stile: se ne possono trovare quasi dappertutto sia nel centro storico che fuori la cerchia dei bastioni.

Ciao. luigi

©Luigi Petrazzoli on May 15, 2012

Certo, Gio, che il fatto di realizzare il palazzo per propria abitazione ha permesso all'architetto Alfredo Campanini, allora poco più che trentenne, di inserirvi tutto quello che desiderava. Purtroppo ora è diventata poco visibile, ma anche una decorazione riccamente dipinta corre le facciate all'altezza del primo piani. Ciao e grazie. luigi

guido.biffi on May 15, 2012

Come ti ho già detto altre volte, ti ringrazio di questa bellissima serie di fotografie sulla Milano, posti che conosco perfettamente, purtroppo da oltre 30 anni (da quando ho lasciato Milano) non ho più modo di rivederli, ma il bravissimo Luigi rimedia con le sue magiche foto, ciao un caro saluto dalla Valle Sderiana GUIDO.

©Luigi Petrazzoli on May 15, 2012

Grazie a te, Guido. Per me è sempre un piacere fotografare la "nostra" città. Anni fa, quando il Vigile Urbano era una istituzione benvoluta, conosceva perfettamente tutta la città. Poi, da quando è diventato Agente di Polizia Urbana, ho avuto l'impressione che spesso non conosca neppure la zona dove opera. Ciao. luigi

Pierantoni on May 16, 2012

Bellissime queste foto della Milano liberty. Condivido in pieno quanto dici nell'auto presentazione, aggiungendo che la musica, della quale sono fanatico, ha le stesse caratteristiche del linguaggio universale che giustamente attribuisci alla fotografia. Un saluto

Eliton Sloma on May 16, 2012

REALMENTE UMA FOTO MUITO BONITA,LIKE

ad vitam et terrae n… on May 16, 2012

Ciao caro Luigi, Luigi Petrazzoli

Un bel patrimonio architettonico, LIke

Cordiali saluti

AVETN

AD VITAM ET TERRAE NOBILIS

.

.

©Luigi Petrazzoli on May 18, 2012

Moltissime grazie per l'apprezzamento della foto, Pierantoni. Riguardo alla frase di Helmut Gernshein riguardante la fotografia, sono con te d'accordo che la "buona" musica ne abbia le stesse caratteristiche di linguaggio universale. Ma mentre è sufficiente chiudere gli occhi per non vedere una brutta immagine, purtroppo non è possibile chiudere le orecchie per non sentire delle pessima "musica". ;-))

Ciao. luigi

©Luigi Petrazzoli on May 18, 2012

Ueliton, muito obrigado pela sua apreciação e para o "Like". luigi

©Luigi Petrazzoli on May 18, 2012

Grazie tantissime , caro AVETN. "Tradizionalmente" Milano non è considerata una città turistica e certamente la città non si presta al turismo "mordi e fuggi" perché i suoi tesori non sono concentrati in uno spazio limitato visitabile in poche ore. Ma per chi può permettersi di visitarla senza urgenza non è difficile scoprire veri gioielli architettonici anche in luoghi impensati. Purtroppo spesso la loro valorizzazione è stata compromessa da una pessima urbanistica che ha concesso l'innalzamento di nuovi edifici senza alcun rispetto stilistico. Un caro saluto. luigi

Pierantoni on May 19, 2012

Luigi, condivido in pieno anche quanto dici su Milano. Io e la mia famiglia siamo milanesi delusi di Milano, dalla confusione, dallo smog, dal rumore, dal traffico. Ma sono alla ricerca dei pounti belli, che ho anche cercato e cercherò ancora di fotografare con il tempo e i mezzi che ho. Stavamo in zona Fiera e ci siamo spostati da 15 anni in estrema periferia ed abbiamo un giardino (v. foto) che C fa dimenticare lo smog, il rumore, il traffico

©Luigi Petrazzoli on May 19, 2012

Pierantoni, più che deluso da Milano, io mi sento deluso da chi per molti anni ha amministrato la città facendo poco (oppure facendo molto all'opposto di quanto necessario) perché fosse una città vivibile. Cominciando dai ritardi con cui fu realizzata la prima linea della metropolitana fino ai tempi attuali in cui la città continua a non essere a misura d'uomo, un po' per pigrizia dei cittadini e un po' per loro necessità. Ho vissuto i primi anni della mia vita in zona Loreto e poi in zona Vittoria-Molise, quando ci torno affiorano i ricordi ed una certa nostalgia, ma è sufficiente osservare il traffico e sentirne i relativi rumori per farmi ritenere fortunato ad abitare da molti anni altrove. Come forse avrai visto dalla mappatura di qualche mia foto, abito non lontanissimo da te in una periferia ancor più estrema, dove non ho purtroppo un mio giardino, ma dove, nonostante la presenza di palazzoni, ci sono ancora molti spazi verdi in cui è piacevole passeggiare, un traffico non eccessivo e rumori accettabili. Un saluto. luigi

birgitof on May 20, 2012

Complimenti, Luigi , per questa preziosa documentazione dello stile Liberty a Milano! Io ho potuto visitare con la guida una zona Liberty intorno a Porta Venezia, ma qui non ci sono stata! Grazie ed un caro saluto,

Birgit

effeelle on May 20, 2012

Non è che fra un po' mi mettono di guardia ad uno storico portone?????????

Sooooob

Lalla

©Luigi Petrazzoli on May 21, 2012

Grazie Birgit, come avrai visto sulla mappa, questo palazzo è proprio a fianco della basilica di Santa Maria della Passione, sulla via sinistra guardando la facciata della chiesa. Ciao. luigi

©Luigi Petrazzoli on May 21, 2012

Lalla, nel caso bisognerebbe almeno ottenere lo stesso trattamento dei militari: massimo due ore consecutive, una garitta in cui proteggersi da pioggia, neve e grandine ed abbigliamento consono alla stagione! Con abiti leggeri e svolazzanti come queste due fanciulle, con un inverno un po' rigido c'è proprio da rimanere "di pietra"! ;-)

Ciao. luigi

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on May 13, 2012
  • Attribution-Noncommercial-No Derivative Works
    by ©Luigi Petrazzoli
    • Camera: NIKON CORPORATION NIKON D5100
    • Taken on 2012/05/09 16:26:27
    • Exposure: 0.010s (1/100)
    • Focal Length: 40.00mm
    • F/Stop: f/7.100
    • ISO Speed: ISO160
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups