Panoramio is closing. Learn how to back up your data.

San Simpliciano - Chiostro delle due colonne - Great cloister

La vicenda storica dei Chiostri riflette la vicenda complessiva conosciuta dalla società europea nella stagione moderna: la costruzione, infatti, si colloca tra la fine del ‘400 e l’inizio del ‘600. La costruzione del primo Chiostro, il Chiostro piccolo, risalente alla fine del ‘400, è per la verità da leggere come espressione caratteristica della stagione antica, quella caratterizzata da dubbi sui poteri temporali della Chiesa; il monachesimo stesso conosce una profonda decadenza. Il Chiostro nasce infatti come palazzo signorile per un abate “commendatario”, non scelto dunque in base a criteri di vocazione, ma per scelta politica; la costruzione in tal senso non ha nulla di “sacro”.

Diverso è il caso del secondo Chiostro, quello detto “delle due colonne”. La costruzione risale alla stagione nella quale il monachesimo in generale, il monastero di San Simpliciano in particolare,partecipa ad un conato di riforma. Il monastero presso la Basilica di San Simpliciano esisteva già dall’epoca longobarda, ed era passato in precedenza attraverso un’altra riforma, quella di Cluny. All’inizio del ‘500 il monastero passò, infatti, dall’osservanza cluniacense alla osservanza nuova di Santa Giustina e proprio a Santa Giustina probabilmente fu elaborato il progetto del Chiostro grande. La conoscenza della storia dei Chiostri è fino ad oggi molto lacunosa, nonostante recentissimi studi cerchino di rimediare a questo stato di cose. Dalla fine del ‘700 sino alla prima metà del 1900 i Chiostri ospitarono gli eserciti tant’è vero che per diversi decenni il Chiostro delle due colonne è stato un poligono di tiro. Nel 1938 i Chiostri tornarono di proprietà ecclesiastica, grazie a una permuta tra le Diocesi e il Comune di Milano. La loro prima destinazione d’uso fu quella di sede dei Cavalieri del Santo Sepolcro; essi provvidero a preliminari opere di restauro, curate dall’architetto Belgioioso. Nel 1967 nacque la Facoltà Teologica, la quale si vide assegnata come sede appunto i Chiostri di San Simpliciano.

Show more
Show less
Domodossola

Photo details

  • Uploaded on May 21, 2012
  • © All Rights Reserved
    by Daniela Brocca
    • Camera: Panasonic DMC-FZ28
    • Taken on 2012/04/27 15:02:36
    • Exposure: 0.003s (1/400)
    • Focal Length: 4.80mm
    • F/Stop: f/7.100
    • ISO Speed: ISO100
    • Exposure Bias: -0.66 EV
    • No flash