Indovinello

Not selected for Google Earth or Google Maps [?]

Comments (8)

GIANCARLO TICOZZI on September 27, 2012

Una.. "puleggia" di una vecchia fabbrica.. filanda, ma anche trebbiatrice, o altra macchina con trasmissione a cinghia, visto il foro calettato.

Ciao Ilda. Gian

esse est reminisci on September 28, 2012

Un bel risultato estetico,Ilda: Buona idea. LK n°2. Ciao.Raffaele

Nicola Cangioli on September 28, 2012

Bel particolare... L

Ilda Casati on October 2, 2012

Carissimi, qui siamo a Bozzolo (MN) nel cortile dei miei nonni materni i quali avevano un negozio di alimentari. Ciò che ho fotografato è un volano della macchina tritacarne. Tritava ogni tipo di carne, anche quella per gli insaccati. E' molto pesante perché fungeva da contrappeso vincendo la resistenza. Infatti la spinta necessaria per quell'operazione doveva essere consistente. Non aveva una cinghia poiché funzionava a mano, non aveva motore. I fori sulla destra corrispondono all'aggancio della maniglia. Riporto ora la definizione di "volano" da parte della Garzanti: "organo rotante caratterizzato da grande inerzia di rotazione, gener. costituito da una pesante corona circolare collegata a un mozzo da razze o da un disco; si usa come accumulatore di energia cinetica e in partic. come uniformatore del moto rotatorio". Penso che il foro calettato, carissimo Gian, servisse per collegarlo al suo asse.

Grazie per aver partecipato! Anche senza premi! Un abbraccio, Ilda.

GIANCARLO TICOZZI on October 2, 2012

Già il.. "volano" Ilda, quante voltè mi è caduto tra.. capo e collo nei calcoli di meccanica fatti a scuola!! Hai esposto molto bene la sua caratteristica, di una grande massa distante dal centro di rotazione e che una volta messa in moto poi assicurava una rotazione dell'utilizzatore pressochè costante. Ti ricordi il volanaccio del trattore "testa calda" Landini?? Serviva proprio ad assicurare un regolare funzionamento del motore, visto era a.. un solo cilindro, come il braccio che faceva girare il tritacarne dei tuoi nonni. Il problema ea solo quello di mettrlo in moto, visto che se non si stava attenti, poteva spezzarti le.. braccia. Il.. foro poi Ilda, se non avesse avuto quella parte piatta, avrebbe girato a.. vuoto sull'albero di trasmissione, non potendo assicurare il moto; hai pensato giusto.

Ciao e grazie. Gian

ostilorenzo43 on October 12, 2012

complimenti per la presentazione di questo curioso reperto storico!!!! Ciao da Lorenzo

Franc. Paolo Gileno on October 15, 2012

Avrai, al rientro un bel da fare, per rispondere ai vari commenti Ilda!! Da dove cominci!?:)))) Basta seguire le varie curve....riportano tutte al centro:))) Grande Abbraccio!!

PAOLO

Ilda Casati on October 17, 2012

Lorenzo non avevo idea di cosa fosse. Mi ha spiegato tutto mio papà che ricorda bene queste cose.


*Paolo * ho così tanto da fare che su Panoramio sono piuttosto latitante. Da dove comincio? Rispetto sempre l'ordine cronologico. Rispondo ai commenti più vecchi, e poi piano piano arrivo ai recenti. Più difficile trovare il tempo per ricambiare le visite, ohimé. Ricambio il caro abbraccio. Ciao per dieci giorni! Ilda

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

This photo is currently not mapped.

Suggest location

Photo details

  • Uploaded on September 27, 2012
  • Attribution-Noncommercial-No Derivative Works
    by Ilda Casati
    • Camera: Panasonic DMC-TZ5
    • Taken on 2012/06/25 14:43:41
    • Exposure: 0.001s (1/800)
    • Focal Length: 4.70mm
    • F/Stop: f/3.300
    • ISO Speed: ISO100
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups