Duomo di Milano - 20 marzo - Come indica l'alone luminoso della meridiana il sole entra in ariete (giorno dell'equinozio di primavera)

Not selected for Google Earth or Google Maps [?]

Comments (36)

« Previous12Next »
Ilda Casati on June 21, 2009

"Da un esame di una tabella dei tempi dei solstizi si può verificare che il fenomeno ritarda di circa sei ore ogni anno (5 ore, 48 minuti e 46 secondi per la precisione), salvo subire un nuovo riposizionamento indietro ogni quattro anni, in conseguenza degli anni bisestili, introdotti proprio per evitare un progressivo disallineamento delle stagioni con il calendario. A causa di queste variazioni può capitare che il solstizio astronomico cada il 20 o il 21 giugno per l'estate nell'emisfero nord o il 21 o 22 dicembre per l'inverno nell'emisfero nord." (Wikipedia)

Carletto e Luigi ho caricato la tabella delle effemeridi relativa al Duomo di Milano per l'anno scorso, ma non noto sostanziali differenze che riconducano all'individuazione della data del solstizio d'estate del 2008. Probabilmente perché io non la so interpretare. Credo comunque che gli orari indicati si riferiscano all'ora solare. Un caro saluto. Ilda

©Luigi Petrazzoli on June 21, 2009

Carlo, non ho la foto ma vedo che l'ha pubblicata Ilda. La differenza con l'ora da te calcolata è minima. Lo scorso anno avevo fatto foto sul pavimento del Duomo, in corrisondenza del segno del cancro, ma alle 12e38 ed ancora il raggio del sole era molto distante dalla striscia di ottone. Ma non potevo attendere oltre ed ho dovuto venire via.

Ilda e Carlo, sempre su Wikipedia, trovo una tabella che per il 2009 indica come data ed ora del solstizio il 21 giugno ore 5:45, mentre era il 20 giugno ore 23:59 lo scorso anno. Il 2010 dovrebbe essere ottimo per l'osservazione: 21 giugno ore 11:28. Ancora nel 2012 si avrà il solstizio il giorno 20 alle ore 23:09.

Cari saluti. luigi

©Luigi Petrazzoli on June 21, 2009

Naturalmente il tempo sopraindicato è riferito al tempo universale, cioè al GMT, tempo di Greenwich.

Ilda Casati on June 21, 2009

Grazie carissimo Luigi. Per catturare l'alone luminoso mentre taglia la striscia di ottone non penso bisogni attenersi agli orari siderali generici, ma solo alla data. Suppongo occorra sapere ora e minuto esatto che alla long. e lat. del Duomo di Milano il sole tocca il punto più alto di quella giornata, cioè quando colpisce l'oculus, ed essere lì pronti per la fotografia. Comunque più o meno lo si sa, credo sia una forchetta di orari che oscillano intorno alle 13 maggiorate di 10/30 minuti, senz'altro non di più (legali). Insomma, non si va a tavola quel giorno. Però Luigi, potrei sbagliare. Le mie sono intuizioni, e io sbaglio spesso. Ciao, Ilda.

xocotl on June 21, 2009

Per quel che ricordo c'è un ciclo di 4 anni per il 20 e poi si passa a 4 anni per il 21..........

xocotl on June 21, 2009

p.s. ho caricato questa per voi e grazie per la passione che condivido...........

©Luigi Petrazzoli on June 21, 2009

Ilda, come vediamo anche dall'interessante diagramma di Carlo, che sia il 20 oppure il 21, oppure qualche giorno prima o dopo, la differenza è di pochi minuti. Però la foto interessante sarebbe quella fatta proprio il giorno del soslstizio (senza alterare la data e l'orario della Macchina). Ciao. luigi

©Luigi Petrazzoli on June 21, 2009

Carlo, Wikipedia non è certo il Vangelo, ma è curioso il fatto (almeno per me), che dal 2008 al 2020 solo un anno su quattro il solstizio cada il giorno 20, cioè solo negli anni bisestili. Da profano penso che negli anni successivi, fino al 2100, si abbia uno slittamento per cui si va verso una inversione dove dapprima si avranno cicli con due giorni di solstizio il 20 e due al 21, quindi tre ed uno. Sarà così? Ciao. luigi

xocotl on June 21, 2009

Hai ragione Luigi,ricordavo un ciclo di quattro anni,ma male lo interpretavo.

D'altronde questa mia voglia di conoscere il cielo è cominciata da questa foto a inizio anno ed ho ancora molto da imparare......... Purtroppo prima di darti una risposta devo imparare io.

Ciao con simpatia,Carlo

Ilda Casati on June 23, 2009

Luigi e Carlo con l'ausilio di questo sito ho richiamato tutti gli anni dal 2000 al 2100, e ho verificato che sono 39 gli anni ove il solstizio d'estate cade il giorno 21, per i rimanenti 62 anni, cade il 20. Ho provato anche a creare un grafico, ma senza individuare un tracciato con regolarità ricorrente per scoprire cosa ne generi lo schema. Riporto sotto gli anni abbinati al 21 giugno. Ciao, Ilda.

(2003 2007 2021 2022 2023 2025 2026 2027 2029 2030 2031 2033 2034 2035 2037 2038 2039 2042 2043 2046 2047 2050 2051 2054 2055 2058 2059 2062 2063 2066 2067 2071 2075 2079 2083 2087 2091 2095 2100)

©Luigi Petrazzoli on June 23, 2009

Stranamente Ilda, calcolando le date dei solstizi con la apposita pagina del sito da te indicato, trovo dati completamente diversi, coerenti con quelli di Wikipedia. Mi sono limitato ai primi 14 ed agli ultimi 10 anno di questo secolo. Risultano al giorno 21 gli anni

2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2009 2010 2011 2013 ......... 2091 2095 e conseguentemente al giorno 20

2008 2012 ..........2090 2092 2093 2094 2096 2097 2098 2099

Confrontandoli coi tuoi risultati trovo concordanza a fine secolo, ma una forte discrepanza all'inizio. Se poi consideriamo che gli orari sono sempre riferiti al TU, tempo universale, che è riferito al meridiano di Greenwich, vediamo che nel 2008 l'equinozio è alle ore 23 e 59 min del giorno 20, cioè per noi alle 0:59 del giorno 21 e pure nel 2012, ore 23:08 TU del 20, per noi sono già le 0:08 del giorno 21.

Ciao. luigi

xocotl on June 23, 2009

Anch'io sto eseguendo qualche ricerca,ma al momento non ho trovato niente di interessante salvo inserire dati e ricevere risposte.

Ma sicuramente c'è una logica che mi sfugge.....penso così,tanto per dire qualcosa che anche la data e l'ora esatta dei solstizi possano essere legate alle coordinate geografiche.

Possibile che nessun astronomo ci aiuti??????

©Luigi Petrazzoli on June 23, 2009

Inserendo dati e ricevendo risposte, dal 2000 al 2099 ottengo 53 anni con solstizio al 21 e 47 col solstizio al 20 (TU) e mi confermano quella che era la mia precedente impressione, da un andamento (dopo i primi 4 anni del secolo) di 3 anni al 21 ed 1 al 20, si passa a metà secolo a 2 giorni al 21 e 2 al 20, per terminare il secolo con 1 giorno al 21 e 3 al 20, con gli ultimi quattro anni tutti al 20. Mi sembra un andamento matematico preciso!

Ilda Casati on June 23, 2009

Luigi comincio ad avere sospetti che quel sito sia strano. Ho preparato un foglio exel con 101 anni. Certamente posso aver sbagliato qualche battuta, ma non credo di aver sbagliato 30 o 40 riferimenti. Una sfilza di "20" di ieri, stasera me la dà come "21". Ora è troppo tardi. Se domani ho tempo rifaccio tutto. Può essere anche che l'autore del sito abbia immesso correzioni in queste ore. Ma mi sembra un'ipotesi troppo remota. Può essere che io sia un po' fusa... eppure tengo molto alla precisione. La cosa mi incuriosisce e vorrei andare a fondo. E se scopro che ho sbagliato, ben mi sta. Così mi scrollo di dosso l'orgoglio di troppo. Spero di riuscire a convincermi riguardo la tua tesi, e ti ringrazio per tutto il tempo che ti è costata. Un caro abbraccio. Ilda

Ilda Casati on June 24, 2009

Carissimo Luigi ho rifatto la tabella. Confermo tutto quello che hai scritto tu. Nella mia prima stesura avevo all'inizio del secolo 5 serie attigue di 3 anni con data 20 giugno (per un totale di 15 anni), per le quali il sito ieri sera mi dava invece 21 giugno (troppa regolarità per essere un mio errore, mi sembra). Quindi oggi ho calcolato 47 anni (20 giugno) e 53 anni (21 giugno), come te. Dal 2008 al 2039 ho ottenuto 8 serie 3/1. Dal 2040 al 2067 ho 14 serie 2/2. Dal 2068 al 2099 ho 8 serie nuovamente 3/1. Quindi l'andamento presenta una regolarità ben delineabile (diagonalmente all'inizio e fine secolo, lineare invece negli anni centrali del secolo). Mi fa piacere che tu ci abbia visto giusto. Lodevole, come sempre, il tuo acume. E ti chiedo scusa se con tutte queste cifre ti ho annoiato. Un sincero e caro saluto. Ilda

©Luigi Petrazzoli on June 24, 2009

Ilda carissima, le cifre non mi annoiano di certo, anzi mi riportano a quando erano parte sostanziale del mio lavoro. Forse è anche questa antica esperienza, più che l'acume, che mi indica le tendenze. Purtroppo però mi mancano completamente le basi per la matematica superiore e non sono certamente in grado di ricostruire l'equazione sulla quale è basato il calcolo del solstizio! Ciao e buona serata. luigi

« Previous12Next »

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo taken in Cerchia dei navigli, Milano, Italy
Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano

This photo was taken indoors

Photo details

  • Uploaded on March 20, 2008
  • Attribution-Noncommercial-No Derivative Works
    by Ilda Casati
    • Camera: OLYMPUS IMAGING CORP. X600,D630,FE5500
    • Taken on 2008/03/20 12:30:50
    • Exposure: 0.076s
    • Focal Length: 5.80mm
    • F/Stop: f/2.800
    • ISO Speed: ISO200
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups