Madrid in preghiera: interno del monumento ai caduti nell'attentato alla stazione di Atocha - la volta con le frasi di partecipazione e cordoglio lasciate da viaggiatori di tutto il mondo, in tutte le lingue del mondo ( assolutamente, in grande )

Not selected for Google Earth or Google Maps after a second review [?]

Avevo l'idea fissa di venire qui ... Madrid, per me, era soprattutto questo. Come New York, sarebbe soprattutto Ground Zero. Il monumento ai circa 200 caduti ( nominati uno per uno sul muro che circonda la volta ) ha un aspetto orrendo all'esterno, orrendo come quella morte senza senso cui sono stati condannati. Per accedere all'interno, occorre entrare nello sconfinato spazio della stazione, attraversare i verdi giardini coperti, girare tra i mille negozi, servizi, biglietterie...perdersi nel caos finchè una indicazione aiuta a scoprire l'ingresso del luogo di infinito silenzio e dolore, grigio, buio ma luminoso di una luce irreale. C'è un orario di visita e io faccio i capricci finchè non ottengo di attendere lì in stazione l'ora fatidica. Non riesco a non pregare, mentre aspetto. E finalmente si passa...si entra a turno in un luogo pressurizzato, perchè la volta è in materiale plastico leggero come l'anima e si sostiene da sola, proprio come un'anima. In realtà la sostiene la pressione dell'aria dal basso. Si soffoca. E non solo per il caldo....per tutto quello che si prova. "Morirei per le mie idee, ma non ucciderei per esse" è la sintesi. E' la più forte delle frasi scritte qui ... se cercate, la trovate, in spagnolo.

Show more
Show less
Save Cancel Want to use bold, italic, links?

Comments (24)

« Previous12Next »
©Luigi Petrazzoli on April 6, 2013

Finché anche solo due persone, Lalla, resteranno convinte che le uniche idee giuste sono le proprie, non possiamo che attenderci che fatti terribili come questi (e anche peggio) abbiano a ripetersi. La speranza c'è, naturalmente, ma sono cinquant'anni che mi tornano spesso in mente i versi scritti da Guccini per Auschwitz: "no, io non credo che l'uomo potrà imparare ......"

Ti ringrazio per averci ricordato questa strage che, per molti di noi, era certamente passata nel "dimenticatoio". Ciao. _luigi

effeelle on April 9, 2013

...è triste pensare che l'uomo non possa, non voglia imparare....

Ciao, Luigi!!

Lalla

birgitof on April 15, 2013

Una grande documentazione, Lalla! Hai fatto un viaggio con il pensiero di venire qui, bravissima! Difatti, è già passata nel "dimenticatoio**, questa tremenda strage.

Ciao Birgit

giorgio baioni on April 29, 2013

... e l'architettura, quando ha coraggio, sa fare buone cose che aiutano a rievocare ...

« Previous12Next »

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on March 24, 2013
  • © All Rights Reserved
    by effeelle
    • Camera: SONY DSC-W300
    • Taken on 2012/08/08 16:01:37
    • Exposure: 0.004s (1/250)
    • Focal Length: 7.60mm
    • F/Stop: f/5.600
    • ISO Speed: ISO100
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups