FRECCIAROSSA

Not selected for Google Earth or Google Maps after a second review [?]

FS Class ETR 500

From Wikipedia, the free encyclopedia

Jump to: navigation, search

ETR.500 (mono-current) ETR 500 (bi-current) ETR 500 F (tri-current)

The ETR 500 "Frecciarossa" of the Italian Railways

Operator

Trenitalia (current)

Specifications

Power supply

(?)

Electric system(s)

Overhead catenary, 3 kV DC, ETR.500 (mono) + 25 kV 50 Hz AC, ETR 500 (bi) + 1.5 kV, ETR 500 F (tri)

Current collection method

Pantograph

Gauge

1,435 mm (4 ft 8 1⁄2 in) standard gauge

ETR 500 (Elettro Treno Rapido 500) is a family of Italian high-speed trains introduced in 1993.

Designed under the aegis of the Ferrovie dello Stato (FS), it is now operated by Trenitalia on RFI tracks.

Contents [hide] 1 History 2 The prototypes 3 First generation 4 Second generation 4.1 Speed records

5 See also 6 Footnotes 7 References 8 External links

[edit] History

Prototype set ETR.500-X at an exposition in Bologna in 1994. The opening of the Direttissima line, connecting Florence with Rome, in stages between 1978 and 1991 was the first high speed line in Europe. Then, in the 1990s, FS unveiled plans to build a whole new high speed network. As the larger part of the network would be suited for speeds of 300 km/h (186 mph), new, non-tilting trains had to be designed as the tilting equipment used in the ETR 450, 460 and 480 Pendolino series was not suited for speeds of over 250 km/h (155 mph).

The new train was to be built by the TREVI (TREno Veloce Italiano, "Italian Fast Train") formed by AnsaldoBreda, FIAT Ferroviaria, Tecnomasio and Firema Trasporti.

[edit] The prototypes

In 1988 the first prototype motorcar, called "ETR 500-X" and nicknamed "Remo",as the brother of the first Roman king, rolled out of the factory in Vado Ligure. It was tested on the Direttissima line in the combination of a measuring car and an E 444 locomotive, reaching a record speed of 319 km/h (198 mph).

In 1990 the 2 first complete trainsets, called "ETR 500-Y" and nicknamed "Romolo", as the first Roman king, were delivered. They were used as test units between their delivery and 1995, when the first production sets entered into service.Between 1995 and 1997 they were also used in normal commercial service when there was a shortage of normal ETR.500 trainsets.

The 3 motorcars of the prototype sets are now based at different locations in Italy and unfortunately have been vandalised and graffitized. The middle cars of the 2 "ETR 500-Y" sets are now part of the two RFI ETR.500 test trains Y1 and Y2.

[edit] First generation

ETR.500 (mono-current)

ETR.500 mono-current powercar at Roma Termini.

In service

1992–2007

Manufacturer

Trevi (consortium of Alstom, Bombardier, AnsaldoBreda)

Refurbishment

2006–2008, transformation into E.414

Number built

30 trainsets

Formation

11-car trainset

Capacity

187 (1st class) 469 (2nd class)

Operator

FS/Trenitalia

Specifications

Train length

327.6 m (1,074 ft 10 in)

Maximum speed

340 km/h (211 mph)

Weight

598 t (589 long tons; 659 short tons)

Power output

8,800 kW (11,800 hp)

Train heating

(?)

Electric system(s)

Overhead catenary, 3 kV DC

Current collection method

Pantograph

Safety system(s)

RS4, SCMT

Gauge

1,435 mm (4 ft 8 1⁄2 in)

After the success of the 2 prototypes, FS decided to order 30 mono-current trainsets supporting the 3 kV DC supply of existing lines. Delivered between 1992 and 1996, with interiors styled by design company Pininfarina, they consist of 2 motorcars (numbered E 404 100 to 159), four first class cars, a restaurant car, and six second class cars. Although suited for driving 300 km/h (186 mph), they were limited to 250 km/h (155 mph) on the Direttissima as the current drawn from the catenary at 300 km/h (186 mph) would be too high. This was also the reason why a second generation, dual-voltage trains was ordered.

Major routes of this train were Chiusi-Milan, Florence-Naples, Milan-Rome Termini, Milan-Naples, Bologna-Rome Termini, Milan-Salerno, Milan-Venice, Venice-Rome Termini.

Between 2006 and 2008, the first generation trains have been upgraded with newly built E.404 6xx dual-voltage motorcars, coupled to the existing middle cars. All E.404 0xx motorcars of the older trainsets have been refurbished and transformed into locomotives of the type E.414, and will haul EuroStarCity trains on selected routes. These trains consist of two E.414 locomotives and 10 former Intercity UIC-Z coaches. Although the coaches are "normal" Intercity coaches, they will mostly remain in semi-permanent coupled formation with the two E.414 locomotives.

[edit] Second generation

ETR 500 (bi-current) ETR F 500 (tri-current)

ETR.500 "AV" at Milano Centrale.

In service

2000 – present

Manufacturer

Trevi (consortium of Alstom, Bombardier, AnsaldoBreda)

Number built

30 complete trainsets + 60 power cars (for 1st generation mono-current sets)

Formation

power car + 11 middle cars + power car (original) 12 middle cars (by 2004) 8 middle cars (ETR 500 F, Turin-Milan)

Capacity

11 middle cars: 187 (1st class) 469 (2nd class) 12 middle cars: 195 (1st class) 476 (2nd class) 8 middle cars: 136 (1st class) 268 (2nd class)

Operator

FS/Trenitalia

Specifications

Train length

327.6 m (1,074 ft 10 in) (original formation)

Maximum speed

340 km/h (211 mph)

Weight

598 t (589 long tons; 659 short tons)

Power output

8,800 kW (11,800 hp)

Power supply

(?)

Electric system(s)

Overhead catenary, 3 kV DC, 25 kV 50 Hz AC (+ 1.5 kV DC for ETR.500 F)

Current collection method

Pantograph

Safety system(s)

RS4, SCMT, ETCS (+ KVB and TVM430 for ETR.500 F)

Gauge

1,435 mm (4 ft 8 1⁄2 in)

With the new high-speed lines finally in construction, FS chose to electrify the lines at 25 kV 50 Hz AC instead of 3 kV DC as used on the classic network. This allows the trains to drive at their top speed of 300 km/h (186 mph), as 3 kV is technically limited to 250 km/h (155 mph) operation. As the first generation trains can not operate off 25 kV AC, new trains had to be ordered. As the new trains can run both off 25 kV AC and 3 kV DC, they were designated P for politensione (multi-current).

The new power cars of the trains feature a totally different design than the first generation trainsets, although also designed by design company Pininfarina. These new trains, delivered between 2000 and 2005, consist in original formation of 2 motorcars, four 1st class cars, a restaurant car, and six 2nd class cars. However, with the addition of a Business class car after the three 1st class cars to all trainsets, expansion to 12 middle cars was finished in 2004.[1]

The ETR 500 P started regular service with their commercial top speed of 300 km/h (186 mph) on the Rome-Naples and Torino-Novara high-speed lines, when those lines were opened for revenue service on 22 December 2005 resp. 1 February 2006.[2]

The second generation trains can be divided in multiple sub-series. They were delivered in three batches: ETR 500 P ord. '96 (sets 31-60 with power cars numbered E.404 500-559): trainset built as new. ETR 500 P ord. '02 (sets 1-30 with power cars numbered E.404 600-659): power cars built as new for use with cars from the 1st generation (mono-current) trainsets. power cars E.404 660-663: an extension of the second batch, to replace four power cars sold to infrastructure authority RFI (see below), delivered in 2007-8.

In addition, there are rebuilt and refurbished versions: ETR 500 F: trainsets modified for operation in France (F for Francia = France). This version was tri-current, as it was also enabled for the 1.5 kV DC system used on conventional lines in Southern France. These sets had only 8 middle cars: three 1st class cars, a restaurant car, and four 2nd class cars. Multiple trains, including sets 39,[3] 54, 58[4] and 60[3] were converted and used for tests in France from 2001 to 2005 on the LGV Nord line. However, no type approval was granted for the trains in France even after the tests, the trains never entered regular cross-border service. Both the middle and power cars were rebuilt as standard P units in 2006-7.[3] ETR 500 Y1 (with power cars numbered E.404 649, 652[5]) and Y2 (with power cars numbered E.404 648, 621[5]): test trains for infrastructure authority RFI, with new tractor heads attached to the old middle cars of the original Y500 prototypes. Used for the commissioning of new high-speed lines. Y1 has 8 middle cars, Y2 has 3 at present. ETR 500 P 8-car sets for Turin-Milan: When the Turin-Novara high-speed line was opened in 2006, Turin-Milan service started with ETR 500 P units reduced to 8 middle cars, to fit the length of the station platforms at Malpensa Airport. These trains included set 60 (part of a former ETR 500 F set) in special 2006 Winter Olympics livery. ETR 500 "AV": in 2005, Trenitalia introduced a new service concept for its high-speed trainsets, under the new brand name AV (for Alta Velocità = High Speed) in addition to Eurostar Italia. In the course of this, all ETR 500 trainsets received new interior and a new livery, with the "AV" logo prominently displayed on the power cars. ETR 500 "Frecciarossa": in 2008, Trenitalia introduced new brand names for its Eurostar Italia Alta Velocità high-speed trains that categorise them according to top speed. The new brand name for trains with top speeds in the 300–350 km/h range is Frecciarossa (meaning Red Arrow).[6] The ETR 500 are currently the only trains qualifying as Frecciarossa. The trains receive a new livery with a red stripe and the brand name on the power cars.

[edit] Speed records An ETR 500 F test train composed of 8-car trainset 54 with motor cars E.404 500 and 526 set a record speed of 335 km/h (208 mph) between Lille and Marne-la Vallée in France on 2 June 2005.[7][8] ETR 500 P set 31, shortened to 8 middle cars, achieved 348.5 km/h on the Rome-Naples line on 7 September 2005.[9] ETR 500 P set 31 achieved 350.8 km/h (218.0 mph) (on 5 October 2005[9]) and then ETR 500 Y2 achieved 352.0 km/h on 25 May 2006[10][11] on the Turin-Novara line. ETR 500 Y2, during commissioning tests of the upgraded Ankara-Eskişehir line, part of the Turkish high-speed railway network, achieved a national rail speed record for Turkey at 303 km/h.[12] ETR 500 Y1 achieved 355 km/h on the Milan-Bologna line on 1 March 2008 at 17:23.[10][13][14]

The last speed record is 362 km/h (225 mph) (also trainset Y1) between Florence and Bologna.(2009/02/09)(La Stampa newspaper of Turin). This represents the "indoors" world speed record, as the speed was reached in the Monte Bibele tunnel on the new high speed line between Bologna and Florence.

By 2014 Trenitalia will have 6 new ETR-1000 able to reach 360/400 km/h.[15]

[edit] See also ElettroTreno Eurostar Italia High-speed rail in Italy List of high speed train technologies List of high speed trains New Pendolino Pendolino Rete Ferroviaria Italiana Trenitalia

[edit] Footnotes

1.^ "ETR500 general and technical specifications". EURAILmag. March 2007. Retrieved 2009-01-02. 2.^ "Torino - Novara to carry Olympic traffic". Railway Gazette International. 2006-02-01. Retrieved 2009-01-19.[dead link] 3.^ a b c "Orario internazionale, modifiche in... Del 02/04/2007" (in Italian). Ferrovie On Line. 2007-10-27. Retrieved 2009-01-02. 4.^ "Directory: /pix/it/electric/emu/ETR500/dual/France". Railfaneurope.net. 2003-11-18. Retrieved 2008-01-02.[dead link] 5.^ a b "Etr500 va in Turchia" (in Italian). Ferrovie On Line. 2007-09-24. Retrieved 2009-01-02. 6.^ "La Flotta AV" (in Italian). Trenitalia. 2008. Retrieved 2009-01-02.[dead link] 7.^ "Treno Breda corre a 335 km all' ora". la Repubblica. 2005-06-03. Retrieved 2009-01-02. 8.^ "ITALIË" (in Dutch). Het Openbaar Vervoer. October 2005. Retrieved 2009-01-02. 9.^ a b "350.8 km/h sulla Torino-Novara" (in Italian). TransportiTT. 2005-10-06. Retrieved 2009-01-02.[dead link] 10.^ a b "Nuovo record di velocità sulla linea AV Milano-Bologna" (in Italian). FSNews. 2008-03-03. Archived from the original on 2008-08-22. Retrieved 2008-12-31. 11.^ "Nuovo record italiano di velocità..." (in Italian). Ferrovie On Line. 2006-05-29. Retrieved 2008-01-02. 12.^ "Nuovo record di velocità del treno italiano Etr 500 in Turchia: 303 km/h" (in Italian). Il Sole 24 Ore. 2007-09-14. Retrieved 2012-11-11. 13.^ "Record italiano di velocità" (in Italian). Tutto Treno. April 2008. Retrieved 2009-01-02.[dead link] 14.^ "200 giorni al primo treno Alta Velocità sulla Milano-Bologna" (in Italian). FSNews. 2008-05-28. Retrieved 2008-12-31. 15.^http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/mf-dow-jones/italia-dettaglio.html?newsId=871357&lang=it

[edit] References Der italienische Hochgeschwindigkeitszug ETR 500 (1. Auslieferung).Hochgeschwindigkeitszüge.com (German) Der italienische Hochgeschwindigkeitszug ETR 500 (2. Serie).Hochgeschwindigkeitszüge.com (German)

[edit] External links

Wikimedia Commons has media related to: ETR 500

FS ETR 500 P96 @ Trainspo European Railway Picture Gallery

Treno FS ETR 500

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Treno FS ETR 500

Convoglio

L'ETR 500 con motrice E.404-600 in livrea "Frecciarossa"

Anni di progettazione

1983 - 1985

Anni di costruzione

1988 - 1998

Anni di esercizio

1990 - oggi

Quantità prodotta

60 convogli completi in esercizio

Costruttore

Consorzio TREVI

Locomotive E.404

Dimensioni

20.250 x 3.020 x 4.000 mm

Interperno

11.450 mm

Passo dei carrelli

3.000 mm

Massa vuoto

68 t

Potenza oraria

2 x 4.400 kW

Sforzo all'avviamento

400 kN

Velocità massima omologata

300 km/h

Alimentazione

1500V CC 3000V CC 25 kV ~ 50 Hz

Carrozze

Dimensioni

26.100 x 2.845 x 3.800 mm

Capacità

54 posti di prima classe o 68 di seconda per carrozza, più 23 sulla prima classe speciale

Interperno

19.000 mm

Passo dei carrelli

3.000 mm

Massa vuoto

40 t

Dati tratti da: Vanni, Materiale, op. cit., pp. 253-255

L'ETR 500 è il primo treno ad alta velocità a cassa non oscillante costruito in Italia; il suo progetto partì negli anni ottanta per vedere la luce, con alcuni cambiamenti, negli anni novanta con la produzione in serie e l'utilizzo da parte di Trenitalia. Viene classificato spesso come elettrotreno, come indica la sigla ETR, ma non lo è in senso proprio poiché è composto da due locomotive E.404 in doppia trazione simmetrica e da un numero variabile di carrozze intermedie tra le due motrici.

Il suo progetto è stato sviluppato dal consorzio TREVI (TREno Veloce Italiano), costituito da Ansaldo, Breda, Fiat Ferroviaria, ABB Tecnomasio e Firema Trasporti, ovvero il gotha italiano della produzione ferroviaria. La parte stilistica, ergonomica e lo studio degli ambienti interni è ad opera dell'azienda di progettazione italiana Pininfarina. Alcuni modelli vennero rivisti negli spazi e negli arredamenti interni dalla Italdesign, in concomitanza con l'arrivo commerciale dell'Alta Velocità in Italia.

Indice [nascondi] 1 Storia 2 Caratteristiche 3 Livree e nomi 4 Note 5 Bibliografia 6 Voci correlate 7 Altri progetti 8 Collegamenti esterni

Storia [modifica]

l'ETR X 500, prototipo degli ETR 500, in mostra al Dopolavoro Ferroviario di Bologna nel 1994. La motrice è la E.404.000

ETR 500.45 Freccia Tricolore Nel maggio del 1983 le Ferrovie dello Stato organizzarono un gruppo di studio volto alla definizione di un progetto di treno ad alta velocità di tipo classico, senza cassa pendolante, composto di locomotive monocabina a elevate prestazioni posizionate alle estremità di un convoglio di carrozze speciali. Il progetto portò alla costruzione di un prototipo definito ETR X 500, trainato dalla locomotiva E.404.000 che entrò in servizio nel 1988 e di due treni sperimentali ETR Y 500 che effettuarono prove e servizi sin dal 1989, trainati dalle locomotive E.404.001-004, sulla Direttissima Roma-Firenze e sulla linea Roma-Reggio Calabria. Sulla Direttissima Roma-Firenze i treni prototipo nel 1989 hanno conseguito, in regime di circolazione speciale, il record di velocità italiano di 317 km/h (poi elevato a 321 km/h) con alimentazione a 3 kV.

E 404.002 ripellicolata in livrea Frecciarossa innanzi alle OGR di Torino In seguito a ciò venne ordinato nel maggio 1992 al consorzio di imprese TREVI un lotto di 30 treni AV, comportante la costruzione di 60 locomotive E.404.100-159 (serie E.404-100), due per ogni treno, a 3000 volt in corrente continua.

La decisione di elettrificare in corrente alternata a 2x25.000 V le future linee ad alta velocità determinò l'ordinazione, effettuata nel 1996, di un secondo lotto di 30 treni AV comprendenti 60 locomotive E.404 politensione a 3 kV c.c., 1,5 kV c.c. e 25 kV c.a. costituenti la serie E.404-500.

Al fine di consentire anche ai 30 convogli AV ordinati nel 1992 l'operatività sulle nuove linee a 25 kV c.a., nel 2002 sono state ordinate ulteriori 60 locomotive E.404 politensione (serie E.404-600) destinate a sostituire le locomotive E.404 di prima serie, che erano monotensione e quindi impossibilitate a circolare su tali linee. Allo scopo di evitare l'accantonamento e quindi la demolizione delle locomotive E.404-100, ancora moderne e potenti con solo pochi anni di vita operativa, è stata presa la decisione di operare su di esse un insieme di contenute modifiche per ottenere delle locomotive da utilizzare per servizi viaggiatori già di pregio a velocità fino a 200 km/h alla testa di carrozze viaggiatori di tipo classico. Queste locomotive così modificate hanno assunto la denominazione E.414, e attualmente muovono la maggior parte dei treni classificati come Frecciabianca.

Nel dicembre 2004 venne consegnata la prima locomotiva E.404 serie 600[1].

Secondo quanto affermato nel 2011 dall'amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, le locomotive policorrente compatibili con l'alimentazione a 1500 volt in corrente continua presente sulla rete ferroviaria francese, non hanno ancora ottenuto l'omologazione per circolare sulle linee transalpine[2].

Caratteristiche [modifica]

Il treno, composto di rotabili appositamente progettati, ricalca la configurazione ormai affermata di una serie di carrozze speciali inquadrate tra due locomotive veloci a testate aerodinamiche (poste in configurazione push-pull in testa e in coda). Non ha un assetto variabile come i "pendolini"; tale tecnologia, del resto, sarebbe risultata superflua, poiché la morfologia della rete AV/AC di RFI in esercizio (e di quella ancora in fase di costruzione) non comporta raggi di curvatura troppo stretti. L'ETR 500 ha un profilo aerodinamico filante ed è pressurizzato (è dotato di sensori ed elettrovalvole automatiche) per evitare sgradevoli sbalzi di pressione per i passeggeri al momento dell'ingresso nei tunnel.

La cassa è in lega di alluminio serie 7000 con l'imperiale in acciaio e i musetti in Kevlar. Lo styling interno ed esterno è stato curato da Pininfarina.

In Italia ci sono attualmente in servizio sessanta ETR 500 (con motrici E.404 serie 500 e 600) capaci di superare la velocità di 300 km/h. Il 3 febbraio 2009 è stato battuto il record italiano di velocità su rotaia,raggiungendo la velocità di 362 chilometri orari, è stato uno dei due convogli diagnostici delle Ferrovie (l'ETR 500-Y1) ed è stato raggiunto sulla nuova linea ad Alta Velocità Bologna-Firenze, quasi tutta in galleria. Per questo motivo, secondo il comunicato stampa di FS, il primato vale anche come record di velocità in galleria[3]. Tuttavia si segnala che in galleria era già stato raggiunto nel 1988 il record di 404 km/h dal convoglio sperimentale tedesco ICE V[4].

La composizione del convoglio è bloccata ed è costituita da due testate motrici E.404 identiche poste alle estremità e da un numero variabile di rimorchiate intermedie. Una configurazione tipica è composta da undici (fino al settembre 2010 dodici) carrozze. L'assegnazione delle classi delle varie vetture dipende se il convoglio è configurato in modalità "classica" a due livelli di servizio (1ª e 2ª classe) oppure nella nuova modalità a quattro livelli di servizio (1ª Executive, 1ª Business, 2ª Premium e 2ª Standard)[5].

Vettura

Livello a due servizi

Livello a quattro servizi

Ulteriori servizi

A

Locomotiva A

Locomotiva A

1

Executive - Business zona Silenzio

Sala riunioni (solo Executive)

2

Business zona Silenzio

3

Business

Salottino

4

Business

5

Ristorante e bar

Ristorante e bar

6

Premium

7

Standard

8

Standard

9

Standard

10

Standard

11

Standard

B

Locomotiva B

Locomotiva B

La carrozza ristorante e bar è gestita da una società esterna al Gruppo FS, appartenente al gruppo Accor; mentre il compartimento del capotreno è sulla carrozza 3. Da notare, infine, che fino a settembre 2010 erano presenti convogli in composizione ridotta di otto vetture, per esempio nei servizi AV di corto raggio tra Novara e Torino. Attualmente tutti i treni ETR 500 hanno in composizione undici carrozze.

Grazie alla costruzione delle linee AV-AC Torino-Trieste (con i percorsi Torino-Milano, Milano-Treviglio e Padova-Venezia attualmente completati), Milano-Salerno (con le tratte Milano-Bologna, Bologna-Firenze, Firenze-Roma, Roma-Napoli e Napoli-Salerno già in esercizio) e Tortona/Novi Ligure-Genova, i treni ETR 500 potranno sfruttare appieno tutte le loro potenzialità tecnologiche. Questo treno, come il Minuetto (ALe501/502), la E.464, la nuova carrozza semipilota a piano ribassato e il TAF, possiede il banco unificato; è dotato del sistema di controllo della marcia del treno (SCMT) e possiede la capacità di mantenere la velocità di crociera impostata.

Livree e nomi [modifica]

I treni ETR 500 hanno ricevuto tre tipi di livree, tra le quali non è mai stata però inclusa la classica XMPR.

La prima livrea, quella originale, fu creata da Pininfarina e consisteva in un'unione di bianco, verde, grigio e nero: bianco lo sfondo, verdi le casse, una fascia nera attorno ai finestrini e un'altra fascia grigia sul tetto che iniziava dai fanali della prima locomotiva fino ad arrivare all'altra locomotiva. Successivamente, per motivi di sicurezza, la fascia compresa tra i fanali frontali venne colorata in rosso. Una livrea bianco-verde-nera, con schema simile alla precedente (e con fascia frontale rossa di sicurezza), venne applicata sugli ETR 500 politensione consegnati a partire dal 1996.

Con l'inizio dei servizi ad alta velocità venne commissionata a Giugiaro una nuova livrea per distinguere i treni dedicati. Il designer creò una livrea basata su vari toni di grigio e rosso, a cui accostava il nuovo simbolo dell'alta velocità, anch'esso da lui creato. Nasce così la livrea Alta Velocità, applicata a partire da agosto 2005[6].

La terza livrea è quella degli ETR 500 AV ribattezzati «Frecciarossa»: in occasione dell'entrata in servizio della nuova linea ad alta velocità Milano-Bologna, nel dicembre 2008, alcuni ETR 500 politensione hanno ricevuto appunto il nome di «Frecciarossa» e sono stati dotati di una nuova livrea, in cui ai toni di grigio della precedente livrea AV si aggiunge una fascia rossa sotto i finestrini che percorre l'intero convoglio fino a raggiungere il frontale delle due motrici. Il nuovo nome va ad intonarsi con "Frecciargento", dedicato agli ETR 600 e ETR 485, e con il già presente "Frecciabianca".

In occasione del 150º anniversario dell'unità d'Italia, il treno ETR 500 numero 45 ha ricevuto una nuova livrea tricolore: le motrici E.404 hanno perso il colore grigio a favore del bianco, e vi sono comparsi alcuni elementi verdi, tra cui sulle fiancate la parte che prima era nera, con all'interno la scritta in bianco "Da sempre uniamo il paese". Le carrozze hanno anch'esse perso il colore grigio, che è stato sostituito dal bianco e, nella parte alta, dal verde, mentre nella fascia rossa sotto i finestrini è stato eliminato il disegno AV. Sui musetti di questo ETR 500, e progressivamente anche su tutti gli altri, viene apposto il logo ufficiale dei festeggiamenti per il 150º anniversario dell'unità d'Italia. Questa nuova livrea ornerà solamente il treno n. 45 per un anno, dopodiché il convoglio verrà ripellicolato nella classica livrea Frecciarossa.

Parallelamente a questa nuova livrea, le motrici prototipo E.404.001 ed E.404.002, originariamente assegnate al treno ETR Y 500 "Romolo", sono state sottoposte ad un restauro e alla pellicolatura in livrea Frecciarossa. La E.404.001 è stata esposta a Roma e la E.404.002 a Torino, in condizioni statiche, in occasione dei festeggiamenti per il 150º anniversario dell'unità d'Italia.

In un concorso per le scuole indetto a scopo promozionale dalle Ferrovie dello Stato l'ETR 500 è stato soprannominato "Gazzella" ; questo nome gli è stato dato dagli studenti della 1 D della scuola Media "De Filippo", di San Giorgio a Cremano vincitori di tale concorso il 23 maggio 2008[7].

Livrea bianco-verde-nera con fascia frontale rossa su ETR 500 politensione di Pininfarina

Livrea Alta Velocità di Giugiaro

Livrea Frecciarossa, introdotta nel giugno 2008

Note [modifica] 1.^ "Notizia flash" su "I Treni" n. 267 (febbraio 2005), p. 5 2.^ Redazionale. Trenitalia: manca reciprocità con Parigi. Eventiquattro, 24 novembre 2011. URL consultato in data 18 dicembre 2011. 3.^ Raggiunto in galleria il record mondiale di velocità di 362 km/h 4.^ Record di velocità in galleria dell'ICE V 5.^ Composizione ETR 500 6.^ "Notizia flash" su "I Treni" n. 273 (settembre 2005), p. 7 7.^ Notizia ANSA

Bibliografia [modifica] Luca Vanni, Materiale di trazione elettrico, Albino (BG), Sandit, 2011. ISBN 978-88-95990-77-4

Voci correlate [modifica] Consorzio TREVI Ansaldo Breda Costruzioni Ferroviarie Fiat Ferroviaria Firema Tecnomasio Italiano-Brown-Boveri Pininfarina LeNord Trenitalia Eurostar Italia Eurostar Italia Alta Velocità Locomotive FS E.404.000-004

Altri progetti [modifica]

Commons contiene immagini o altri file su Treno FS ETR 500

Collegamenti esterni [modifica] Firema Trasporti - Consorzio di costruzione L'ETR 500 sul sito di Trenitalia S.p.A.

Show more
Show less
Save Cancel Want to use bold, italic, links?

Comments (2)

palomar1947 on March 27, 2013

bellissimo! LIKE F Ciao;-)))))

Ho Thi Duc Tu. on March 28, 2013

Impressionnante photo. L + F Duc Tu.

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on March 27, 2013
  • © All Rights Reserved
    by paoloanselmino
    • Camera: Research In Motion BlackBerry 8520
    • Taken on 2013/03/27 13:45:24
    • No flash

Groups