Panoramio is closing. Learn how to back up your data.

borgo vecchio di avigliana

Avigliana sorge sulla sponda destra della Dora dominando l’ampia conca morenica nella quale si trovano il Lago Grande e il Lago Piccolo. La Collina morenica di Rivoli - Avigliana , è un insieme di crinali dolcemente ondulati che separano la bassa valle di Susa dal medio corso del Sangone. È costituita dai depositi morenici abbandonati dall'antico ghiacciaio nel corso dei suoi numerosi avanzamenti e arretramenti, avvenuti in un arco di tempo compreso tra 750.000 e 12.000 anni fa. Lungo i sentieri collinari si possono incontrare i massi erratici, testimonianza della forza erosiva del ghiacciaio. Situata allo sbocco in pianura della Val di Susa, la collina morenica costituisce una piacevole oasi di verde e di tranquillità a pochi km dal caos urbano. Numerosi sono i segni che testimoniano non solo le notevoli attrattive paesaggistico-ambientali, ma anche il tessuto storico-culturale di un territorio praticato fin dall'antichità da pellegrini, mercanti ed eserciti. Il suo incredibile intreccio di sentieri consente di attraversare fitti boschi (castagni, robinie, querce, olmi, aceri, pioppi tremuli, ciliegi selvatici, frassini), praterie e piccoli stagni. Su un probabile sito celtico sorse il borgo romano. Avigliana, dominata dal castello fondato in epoca medievale da Arduino, fece parte quindi del marchesato di Susa col quale nel 1045 passò ai Savoia e fu loro residenza preferita fino al 1418. Vi nacquero Amedeo VII detto il Conte Rosso e il Beato Umberto III di Savoia. Nel XIX secolo si affermò una piccola industria, tra cui il Dinamitificio Nobel (ora Ecomuseo aperto al pubblico). La sua vocazione commerciale e industriale è supportata, inoltre, da uno sviluppo turistico che si concentra in particolare attorno al centro storico della Piazza Conte Rosso e nella zona naturalistica dei due laghi. Edifici storici di rilievo: casaforte del Beato Umberto III, castello (di cui restano solo le mura esterne), torre dell’orologio e le chiese di Santa Maria Maggiore, S. Pietro, S. Giovanni, S. Bartolomeo, Certosa di S. Francesco al Monte, Santuario Madonna dei Laghi. Ad Avigliana e al Dinamitificio Nobel è collegato inoltre il nome dello scrittore Primo Levi. Manifestazioni ricorrenti: Palio Storico, Gelato nel Borgo Medioevale, Due Laghi Jazz Festival, La Terra del Fuoco, Cioccolato nel Borgo Medioevale. Il Parco Naturale dei laghi di Avigliana è stato istituito per salvaguardare la zona umida più occidentale d’Italia denominata Palude dei Mareschi, punto di riposo di uccelli migratori, e per proteggere quest’area di notevole interesse naturalistico composta da tre biotopi diversi: due bacini lacustri, la palude e rilievi collinari. L’origine dei laghi e dell’anfiteatro morenico risale alle ultime due grandi glaciazioni pleistoceniche: quella rissiana (230.000 anni fa) e quella würmiana (120.000 anni fa) quest’ultima direttamente responsabile della formazione dei laghi. Percorrendo i sentieri del Parco si possono osservare varie specie di fauna selvatica (airone cenerino, svasso maggiore, folaga, falco di palude, poiana, nibbio, morette, moretta, fischione, gallinella d’acqua, mestolone e germano reale).

Show more
Show less

Photo details

  • Uploaded on May 23, 2013
  • © All Rights Reserved
    by Adriana Bruno
    • Camera: NIKON CORPORATION NIKON D60
    • Taken on 2013/03/17 10:36:25
    • Exposure: 0.025s (1/40)
    • Focal Length: 22.00mm
    • F/Stop: f/5.600
    • ISO Speed: ISO100
    • Exposure Bias: 0.67 EV
    • No flash