xaM. In direzione ostinata e contraria...1.000.000 di morti e lo mettono anche in cartolina !!!

Position disputed

Ecco, come volevasi dimostrare...ora veramente questo sercio rischia di diventare simbolo di Roma, anzi logo, marchio per identificare un brand. Loghi? Marchi? Brand? Questi stanno fuori di testa. Vi racconto un episodio minore che non è passato sui giornali. Non posso e non voglio fare nomi, ma quando ci fu la prima visita di Obama a Roma nel 2010 in omaggio a Michel, la quale aveva realizzato un orto nei giardini della Casa Bianca, dei ben pensanti dell'amministrazione capitolina ipotizzarono di realizzare un orto sotto la statua di Marco Aurelio, che sta nella Piazza del Campidoglio. Piazza pensata da Michelangelo, un palazzinaro ante litteram. Feci presente ad un tecnico del comune, con il quale casualmente venni in contatto proprio in quel periodo, che, seppur palazzinaro, forse non era il caso di manomettere, anche solo temporaneamente, la piazza da lui pensata. Questo per dire come gli amministratori di questa città non abbiano la minima idea in quale contesto storico-culturale-arcitettonico si trovino ad operare. Ora l' amministrazione sta pensando ad un nuovo logo. Tralascio tutte le considerazioni sulle priorità di questa città, che ha problemi enormi, non ultimo quello dei servizi al turismo, che resta il settore economico prevalente e mi soffermo sul senso di questa iniziativa di immagine. Già il semplice fatto di pensare un logo per Roma che non sia la Lupa co' que' du' fji de na mignotta sotto 'a panza a succhià er latte, significa non sapere cosa significhi la Lupa. Lupa che non è Romana, bensì etrusca e non può essere altrimenti, visto che Roma è nome etrusco, anzi Roma è stata sicuramente soggetta agli Etruschi e i Romani da grandi paraculi quali erano, una volta assurti a potenza italica, inventarono un bel po' di leggende per dare dignità ai loro natali e fecero una bella campagna pubblicitaria per crearsi una nuova immagine. Gli scocciava essere stati sottomessi e gli scocciava apparire per quel che erano, pastori e contadini e un pastore o un contadino, per quanto ripuliti sempre tali restavano in confronto ad un Etrusco o a un Greco, che erano raffinati, puliti e sopratutto con tanta cultura e quindi una bella immagine, in confronto alla loro. I Romani quindi fecero una bella pulizia di immagine tramite un battage pubblicitario pensato, altro che queste odierne campagne pubblicitarie da 4 soldi, rigorosamente pubblici. Tra le altre cose ai tempi di Roma non erano raffigurati inizialmente i gemelli nelle statue della Lupa, furono aggiunte intorno al III sec A.C. proprio per sintetizzare l'immagine, questo si che è marketing. La Lupa, se vogliamo usare un liguaggio pubblicitario, che è sia logo che brand, non necessita di nulla, nemmeno della sua stilizzazione schifosa fatta dalla precedente amministrazione. La Lupa con quei due è Roma nel mondo e lo è perché pensata in modo pubblicitario duemila e trecento anni fa. Vogliono studiare il brand, un nuovo logo, invece dovrebbero semplicemente studiare. Da parte mia proporrei non tanto il Colosseo, quanto Er Cuppolone, che è una Cupola vera e siccome Roma è capoccia der monno e siccome er monno è 'nfame, mette 'na cupola a simbolo de Roma vordì che spiegamo all' urbi e all' orbi, che nun vonno vedè, come funziona veramente 'sta città e quinni come funziona er monno.

Altro che Nike, sarebbe una strepitosa vittoria, dimostrare al mondo come lui funziona, quali sono le regole e che a Roma non devi insegnare nulla, ha già pensato tutto lei e molto tempo fa e noi tutti, da bravi lupacchiotti globalizzati succhiamo lo stesso latte e quindi se bevemo le stesse cazzate.

Show more
Show less
Save Cancel Want to use bold, italic, links?

Comments (72)

Filippo Aragone on January 21, 2014

Secondo me lo hanno costruito insieme: troppo freddo lassù per un romano, anzi per un Romano

MarioTs - NO Views on January 21, 2014

Una joint venture tra scotti pitti e Romani! ))

xaM-Max on January 21, 2014

Certo che mangiare Pitti scotti deve essere stata dura per quei poveri Romani...forse è per questo che hanno costruito tanti muri lì...se magnava da schifo :))

Nick Todaro on January 21, 2014

Chi disprezza molte volte e perche non capisce un XXXXX!

xaM-Max on January 21, 2014

Aho ... e mo che c'entri te? Che sei un Pitto ? :))))

Mario Castellani on February 21, 2014

A Nick lo scozzese, dato che sono debole di cuore, se anche tu porti il gonnellino come i tuoi connazionali, ti prego di non alzartelo altrimenti l'eccitazione mi potrebbe essere fatale e m'impedirebbe di scappare. Ave Nick, Marius, cives romanus, te saluta. :))

Nick Todaro on February 21, 2014

Mario, qui Castellani civis Romanus salutem dicit Scotus, nisi ubi ubi? :)) Nec repititivo Mario, sed dic quomodo ad ipsa, cum de Berlusconi?

barbaradel on April 30, 2014

troppi spifferi anche qui e troppa gente avanti e indietro tutto il giorno...;O))

xaM-Max on April 30, 2014

tranquilla il nuovo grande sindaco della grande capitale ha voluto pedonalizzare l'intera area...peccato che non è realizzabile il suo grande disegno...ma d'altronde Roma ha sopportato ben altri disegnatori, ti pare che si mette pensiero per chi fa scarabocchi ?!?! :)))

xaM-Max on May 16, 2014

Ecco, come volevasi dimostrare...ora veramente questo sercio rischia di diventare simbolo di Roma, anzi logo, marchio per identificare un brand. Loghi? Marchi? Brand? Questi stanno fuori di testa. Vi racconto un episodio minore che non è passato sui giornali. Non posso e non voglio fare nomi, ma quando ci fu la prima visita di Obama a Roma nel 2010 in omaggio a Michel, la quale aveva realizzato un orto nei giardini della Casa Bianca, dei ben pensanti dell'amministrazione capitolina ipotizzarono di realizzare un orto sotto la statua di Marco Aurelio, che sta nella Piazza del Campidoglio. Piazza pensata da Michelangelo, un palazzinaro ante litteram. Feci presente ad un tecnico del comune, con il quale casualmente venni in contatto proprio in quel periodo, che, seppur palazzinaro, forse non era il caso di manomettere, anche solo temporaneamente, la piazza da lui pensata. Questo per dire come gli amministratori di questa città non abbiano la minima idea in quale contesto storico-culturale-arcitettonico si trovino ad operare. Ora l' amministrazione sta pensando ad un nuovo logo. Tralascio tutte le considerazioni sulle priorità di questa città, che ha problemi enormi, non ultimo quello dei servizi al turismo, che resta il settore economico prevalente e mi soffermo sul senso di questa iniziativa di immagine. Già il semplice fatto di pensare un logo per Roma che non sia la Lupa co' que' du' fji de na mignotta sotto 'a panza a succhià er latte, significa non sapere cosa significhi la Lupa. Lupa che non è Romana, bensì etrusca e non può essere altrimenti, visto che Roma è nome etrusco, anzi Roma è stata sicuramente soggetta agli Etruschi e i Romani da grandi paraculi quali erano, una volta assurti a potenza italica, inventarono un bel po' di leggende per dare dignità ai loro natali e fecero una bella campagna pubblicitaria per crearsi una nuova immagine. Gli scocciava essere stati sottomessi e gli scocciava apparire per quel che erano, pastori e contadini e un pastore o un contadino, per quanto ripuliti sempre tali restavano in confronto ad un Etrusco o a un Greco, che erano raffinati, puliti e sopratutto con tanta cultura e quindi una bella immagine, in confronto alla loro. I Romani quindi fecero una bella pulizia di immagine tramite un battage pubblicitario pensato, altro che queste odierne campagne pubblicitarie da 4 soldi, rigorosamente pubblici. Tra le altre cose ai tempi di Roma non erano raffigurati inizialmente i gemelli nelle statue della Lupa, furono aggiunte intorno al III sec A.C. proprio per sintetizzare l'immagine, questo si che è marketing. La Lupa, se vogliamo usare un liguaggio pubblicitario, che è sia logo che brand, non necessita di nulla, nemmeno della sua stilizzazione schifosa fatta dalla precedente amministrazione. La Lupa con quei due è Roma nel mondo e lo è perché pensata in modo pubblicitario duemila e trecento anni fa. Vogliono studiare il brand, un nuovo logo, invece dovrebbero semplicemente studiare. Da parte mia proporrei non tanto il Colosseo, quanto Er Cuppolone, che è una Cupola vera e siccome Roma è capoccia der monno e siccome er monno è 'nfame, mette 'na cupola a simbolo de Roma vordì che spiegamo all' urbi e all' orbi, che nun vonno vedè, come funziona veramente 'sta città e quinni come funziona er monno.

Altro che Nike, sarebbe una strepitosa vittoria, dimostrare al mondo come lui funziona, quali sono le regole e che a Roma non devi insegnare nulla, ha già pensato tutto lei e molto tempo fa e noi tutti, da bravi lupacchiotti globalizzati succhiamo lo stesso latte e quindi se bevemo le stesse cazzate.

xaM-Max on May 16, 2014

Esauriente ? Grazie e aggiungo breve, non ho nemmeno scomodato Levi-Strauss e la potenza dei simboli e sì che un pubblicitario, che si rispetti, dovrebbe leggerlo e non indossarlo !!! :))) Cmq ora che me lo fai notare, ho cambiato la localizzazione...non mi va di fare pubblicità a questo sercio :))) Una cosa però non ho capito della dinamica delle visualizzazioni, provengono per la stragrande maggioranza da Google Maps...ma che cavolo di ricerche fa la gente su Maps?...ci vorrebbe un antropologo per saperlo !!! )) Ciaoo, Max

xaM-Max on July 14

...noto che la nuova localizzazione sta funzionando :)) Mi stavo iniziando a preoccupare con tutte le visite polari che c'erano :)))

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

Photo details

  • Uploaded on July 1, 2013
  • © All Rights Reserved
    by xaM-Max
    • Camera: Canon PowerShot A620
    • Taken on 2013/07/01 07:14:18
    • Exposure: 0.002s (1/640)
    • Focal Length: 7.30mm
    • F/Stop: f/5.000
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups