xaM. Secondo Calderoli ? Più che secondo sarebbe meglio...ultimo :)

Not selected for Google Earth or Google Maps [?]

Comments (68)

Patrizio Rigobello on January 2, 2014

La chiarezza adorna i pensieri profondi. Luc de Clapiers de Vauvenargues

xaM-Max on January 3, 2014

La chiarezza deriva dalla luce? :))

Mezzogiorno

Un angolo di spiaggia senza nessuno.

In alto il sole, profondo, enorme, aperto,

ha reso il cielo di ogni dio deserto.

La luce cade implacabile come un castigo.

Non ci sono fantasmi né anime,

e il mare immenso solitario e antico

sembra che applauda.

SOPHIA DE MELLO BREYNER ANDRESEN

...mi sono innamorato di questa donna, una scoperta recente, che nasce da una reazione rabbiosa alla lettura di una critica. Dopo tanti anni dall'uscita, ho deciso di comprare "Oceano Mare" di Baricco. L'ho trovato casualmente in una bancarella di libri usati, costo 2 euro. La quarta di copertina riporta : ... una sintesi tra Stevenson, Melville e Conrad. Ora, se Baricco è questo, bè allora posso pensare di scrivere un romanzo anche io :)))...e infatti lo sto facendo, non foss'altro perché, forse e sottolineo forse, posso raccontare qualcosa sul mare più del tanto decantato scrittore italico. Per fortuna le mie velleità sono controllate dalla consapevolezza dei miei limiti e avendo incontrato questa poetessa, posso dire : lei sì, rappresenta quella sintesi di cui parla il critico riferendosi a Baricco :)))

Il mare è il pensiero profondo, solo che il mare non ha senso, siamo noi che cerchiamo di dargliene uno, ma per farlo bisogna essere chiari ovvero illuminati, ma questo è possibile solo in superficie, nel mare profondo di luce ce n'è poca ...bè tranne per alcuni scrittori e alcuni critici !!! :))

Patrizio Rigobello on January 3, 2014

Questa donna, questa poetessa, ti ha raccontato il mare, il tuo mare Max., forse per come è in solitudine e grandezza, perché solo in solitudine i poeti sentono la grandezza interiore e la voce del mare e di ogni cosa. Una voce grande e potente che attraversa i secoli da Omero ad oggi. Quanto allo scrittore famoso, non sarei troppo drastico nel giudizio, ha creato molte cose belle. I critici, è difficile anche in questo caso essere severi, esprimono individualità, eccellono in questo, molte volte sono come quelli che conoscono la strada ma non sanno guidare. Le distinzioni sono fondamentali, ma la loro opera in senso ampio è utile e merita attenzione.

xaM-Max on January 7, 2014

Ma io non sono severo Patrizio, semplicente esprimo un giudizio e se devo proprio motivarlo è un giudizio che riguarda il nostro modo di vivere in senso generale. Non è possibile vivere, emozionarsi per interposta persona o per interposto romanzo:)) Viviamo in un mondo di induzioni e questo, a mio modo di vedere, fa perdere di vista ciò che effettivamnete ci dovrebbe essere utile per vivere pienamente la nostra vita: le nostre emozioni, che dovrebbero essere l'emersione di ciò che nel profondo sentiamo. Ho già detto che lo scrittore ricerca colui che l'ascolta, mentre il poeta non ricerca nessuno ed è questa la differenza fondamentale, ed è in base a questa considerazione che non mi piace leggere romanzi, se non raramente. Non mi emozionano perché intellettualmente sono una mistificazione, un'induzione, non ho bisogno di questa induzione, mentre ho bisogno del confronto con il poeta. Prendiamo ad esempio il mare. Il mare non ha nessun senso in sé, è solo una distesa di acqua salata, ma assume un senso quando noi cerchiamo in esso un simbolismo che di per sé non gli apparteiene ed è su questo che giocano molti scrittori, usi andare incontro a ciò che comunemente è non solo condiviso, ma addirittura voluto dalla gente, in questo caso i lettori. Un loop fatto di volere indotto. Uno scrittore che si pone queste domande, che fa queste considerazioni, crea dentro di sé una tensione, un contrasto tra ciò che veramente sente e ciò che invece gli conviene scrivere per andare incontro al sentire condiviso. Sono pochi gli scrittori che riescono a trasmettere questa tensione intellettuale. Mi piace la definizione che hai dato dei critici, conoscere la strada e non saper guidare deve essere frustrante :))Ciaoo, Max

Marina T on January 13, 2014
xaM-Max on January 14, 2014

Grazie di cuore Marina. Rochy Roberts ho avuto la fortuna di vederlo in Grees al Sistina, poco tempo prima che ci lasciasse. Un vero animale da spettacolo. Nonostante avesse molti più anni del ballerino inglese protagonista del musical, tra l'altro molto bravo, la sua performance aveva una carica incredibile :)) Ciaoo, Max

Интересное фото!

Людмила

xaM-Max on May 13

Grazie Людмила ! Ciao, Max

Sign up to comment. Sign in if you already did it.

This photo is currently not mapped.

Suggest location

Photo details

  • Uploaded on July 26, 2013
  • © All Rights Reserved
    by xaM-Max
    • Camera: Canon PowerShot A3100 IS
    • Taken on 2011/05/07 18:27:25
    • Exposure: 0.008s (1/125)
    • Focal Length: 16.77mm
    • F/Stop: f/4.500
    • ISO Speed: ISO250
    • Exposure Bias: 0.00 EV
    • No flash

Groups