Gelso Maria Rita
605
photos
370
on Google Maps
views
La fotografia non è un modo per fissare un attimo, un luogo, un'emozione, una gioia, un dolore... E' curiosità, movimento, ricerca dello straordinario nel quotidiano, documento, gratitudine per la vita, testimonianza, partecipazione. E' ritornare su momenti vissuti e riviverli, trasferirli ad altri, condividerli; è guardare le cose con occhi diversi, macinarle dentro per scoprire nuovi dettagli: quei sottili fili della vita che spesso ci sfuggono. E' scoprire che alla nostra visione di un momento, di un tempo, di una stagione, si è aggiunto il "fuori" e "l'altro". Il risultato non è solo il nostro vedere, ed è un miracolo. Miscela tra luce e mistero. Osservare le foto degli altri, poi, aiuta a crescere. http://www.flickr.com/photos/mariarita-g/

Gelso Maria Rita's conversations

Very beautiful winter impression!

Like

Greetings, Horst

Il sacro Convento di san Francesco d'Assisi è collegato ai tre edifici della chiesa superiore e inferiore della Basilica, dove è custodito il corpo di San Francesco. San Francesco volle essere sepolto al di fuori delle mura della città di Assisi, dove i criminali venivano messi a morte col patibolo, perché il suo maestro Gesù di Nazaret è stato ucciso come un criminale fuori della città di Gerusalemme .

Papa Gregorio IX pose la prima pietra della Basilica e Convento di San Francesco d'Assisi il 17 luglio 1228, il giorno dopo la canonizzazione di San Francesco. San Francesco morì nel 1226 nella Porziuncola; il suo corpo venne trasferito nella Chiesa di San Gregorio, che dopo la morte di Santa Chiara divenne la Basilica di Santa Chiara. Nel 1230, le sue ossa vennero traslate nella chiesa inferiore, dove tutt'ora si trova la sua tomba, presso la cripta della Basilica. Gli storici concordano nel dire che il complesso della chiesa e del monastero fu completato nel 1239. Il Sacro Convento fu costruito sotto la guida di frate Elia. All'origine vi erano una mensa, un dormitorio,la sala capitolare, sala papale e uno scriptorium - biblioteca.

Nel XV secolo, durante il regno di Papa Sisto IV , il Sacro Convento è stato ampiamente ampliato e utilizzato come residenza estiva dei papi .

Nel XVII secolo i re di Spagna resero l'ospizio del Sacro Convento più grande in modo da poter meglio accogliere i molti pellegrini infermi.

Nel 1971 è diventato centro di formazione teologica per diocesani seminaristi, così come per donne laiche e uomini in cerca di lauree specialistiche in Studi Religiosi.

Nice perspective and color Don Z! LIKE Best regards, Steve Lamkins Jr.

Mi piace molto questa foto,una piacevolissima composizione. Ciao, Gabriella

umberto.b è legittimo per chi vede questa foto chiedersi di cosa si tratti... si tratta della cosiddetta "Colonna del diavolo". Si trova nella piazza della basilica di Sant'Ambrogio. Secondo la leggenda, nella piazza si scontrarono Sant’Ambrogio e il diavolo. Il santo spinse il diavolo contro la colonna dove vi rimase incastrato con le corna, da qui i due buchi. A fatica riuscì a liberarsi e fuggire. Secondo la tradizione, infilando le dita nei fori si attira la fortuna, ma poggiando l’orecchio è possibile sentire rumori che arrivano dall’inferno e sentire l'odore di zolfo. All’interno della chiesa esiste un'altra colonna con il serpente di bronzo, che sembra risalire all’epoca di Mosè.

ciao Umberto, grazie della visita.

c'est un super noir et blanc ta galerie est interessante et je prendrai le temps de la parcourir avec plaisir sincères salutations de france

grazie Maddalena saluti cari Paola

thanks Pejchinov! greetings from Italy

Wonderful capture. Many greetings from Athens.

« Previous12345678...3839Next »

Tags

Friends

  • loading Loading…

 

Gelso Maria Rita's groups