arno18
784
photos
711
on Google Maps
views
Say NO to Google Views! - PANORAMIO FOREVER! ♥ ღ ♥ ღ ♥ -Merci beaucoup ! - Grazie Mille! - Vielen Dank! - Thank you very much! - Muito Obrigado! - Muchas Gracias! - Heel erg bedankt! - Σας ευχαριστώ πολύ! - Хвала вам пуно! - Ďakujem moc! - Najljepša hvala! - Çok teşekkür ederim! - Tack så mycket! - Tusen takk! - Mange tak! - Dziękuję bardzo! - Спасибо вам большое! شكرا جزيلا لكم! با تشکر از شما! - 非常感谢你! - どうもありがとうございました -Terima kasih sebanyak-banyaknya! -Köszönöm szépen!

arno18's conversations

magic atmosphere in here. L+f+Cheers+Marc.

Klasse ysl 84/178 Manfred

Beautiful landscape and fascinating reflections. LIKE & FAV
Friendly greetings from Gotland,
Inger

Dzięki Constantin Ciocan za odwiedzinki w mojej galerii - miło mi że odwiedziłeś nasz kraj Pozdrawiam

Fairytale! Like and Fav!!

Výborný záber + FAV.

Zdravím Jaro

Εξαιρετική φωτογραφία, ωραία χρώματα! Αρέσει και αγαπημένη! Χαιρετισμούς, Νίκος

Buongiorno Paolo quello che descrivi non è più una realtà del nostro tempo e anche se il luogo è magnifico come scrivono Jolanda, Gabriele e Arno le valli si stanno drammaticamente spopolando. Eppure... qui in Val di Campo ci sono ancora alcune aziende di montagna che portano avanti quella che è stata quasi l'unica attività di queste valli. Un tempo non vi era scelta visto che si trattava di sopravvivenza. Alcuni anni fa una famiglia arrivata dalla Svizzera tedesca ha deciso di costruire dal nulla una grande azienda agricola giù in paese (Cimalmotto) per sfruttare campi e pascoli ormai in via di abbandono. Con pazienza e tenacia ha anche riattivato questo alpeggio (Alpe di Magnello a posto a 1800 mt.) e attualizzato l'offerta con l'immancabile agriturismo. Se vi interessa trovate maggiorni informazioni presso www.muntlareita.ch. L'unica nota stonata quando si tratta di "immigrati" dalla Svizzera tedesca in Ticino è che vi è una sottile vena colonialista che si nota soprattutto nell'uso della lingua. Per queste persone vivere qui, non dico tutte, si può prescindere dal contesto culturale in cui si trovano a vivere. La lingua italiana è quindi marginalizzata, parlata e trattata male. I cartelli di benvenuto sono in tedesco e italiano, come se il Ticino fosse bilingue (ma non lo è) e così anche il turismo da parte dei ticinesi è un po' disincentivato a favore invece dei visitatori di lingua tedesca. Io questo lo trovo davvero peccato ed è un po', come scrivevo sopra, il lato meno bello di un'opera che rimane nella sua globalità importante e irrinunciabile per la sopravvivenza di questi posti.

Cari saluti dal Ticino, Andrea

Thanks a lot for kind compliment and L+F, Boris

Warm greetings from Germany, Angelika

Thank you very much, Jaroslav, your nice visit and like! Greetings from Hungary! Lajos

Tags

Friends

  • loading Loading…

 

arno18's groups