photos
on Google Maps
views
Ciclista, vegetariano dal 2009. STRAVA: http://www.strava.com/athletes/4823253 ------------ 2010: MTB 2174,09 Km in 55 uscite | 2011: MTB 733,64 Km in 16 uscite - BDC 7432,33 Km in 105 uscite | 2012: BDC 8320,70 Km in 113 uscite | 2013: BDC 10657,70 Km in 129 uscite | 2014: BDC 15807,44 Km in 173 uscite (cyclist at work) ------------ Nella foto: Susy, la mia amata gattina, la cui breve vita ha incrociato la mia... E' sempre nei miei pensieri...
« Previous12345678...163164Next »

Ysus's conversations

14/09/2014 - Uno si trova a percorrere una ciclabile asfaltata su una bici da corsa e dopo aver fatto diversi Km (senza incontrare alcun cartello) scopre che la strada prosegue sterrata e non gli rimane che tornare indietro...

14/09/2014 - Secondo me qui verrà realizzato un cavalcavia, nel senso che la variante della ex-ss412 passerà sopra alla strada bianca che si trova in questo punto...

14/09/2014 - Ciao Cristian...

14/09/2014 - Come mi rompe le palle quella macchia circolare sull'obiettivo della mia macchina fotografica !!! Quando uso lo zoom si vede tantissimo !

01/08/2014 - Sul sito della Provincia di Pavia NON hanno ancora aggiornato le informazioni. Si parla di MILANO come direzione di marcia.


SP 412 della Valle Tidone dal Km 11+500 al Km 20+700 Posizionamento: Km 11+900 Territorio comunale di Landriano Direzione di marcia: Milano Limite di velocità: 90 km/h

GIUDICE DI PACE COMPETENTE PER TERRITORIO Giudice di Pace di PAVIA Via Luigi Porta, 14 27100 - PAVIA

25/07/2014 - Leggi


PAVIA. I soldi per tappare le buche e spazzare le strade provinciali in caso di neve quest’inverno non ci sono, colpa anche dei 4 milioni dati da Piazza Italia al Governo per coprire gli 80 euro in busta paga del governo Renzi. Ora il presidente della Provincia Daniele Bosone scrive a tutti i Comuni per chiedere aiuto: occorre coordinare le poche risorse, posto che con lo stanziamento provinciale passato da 6 milioni a 500mila euro si potrà fare ben poco. «In pratica chiediamo a tutti i Comuni delle sette zone di area vasta di fare qualcosa in più rispetto alle loro competenze e di coordinarsi, con la Provincia e tra di loro, per garantire la sicurezza sulle strade quest’inverno», spiega Bosone. Come a dire: la Provincia si occuperà delle arterie principali, i Comuni cerchino di non fermarsi ai propri confini e si vadano incontro sulle strade secondarie che collegano i paesi. Bosone la definisce una «provocazione e una sollecitazione», conscio che «senza risorse non si può fare molto» e che si passa dal pagare per tenere le strade in ordine a chiedere che le strade siano mantenute dai Comuni disposti ad avere confini meno netti e a manifestarsi solidarietà. «Noi già diamo il catrame ai Comuni, loro ci mettono il personale per le buche – spiega Bosone – si tratta di mettere a sistema cose che ci sono già: né Provincia nè Comuni, in caso di bisogno, si sono mai rifiutati di fare 200 metri più della loro competenza. Noi attiveremo tutti i mezzi della protezione civile, perché la sicurezza è un bene comune».

Nella lettera inviata ai sindaci Bosone è chiaro: a causa della situazione finanziaria drammatica – che peraltro accomuna Provincia e Comuni – «non è più possibile intervenire in modo adeguato nel servizio di sgombero neve e sistemazione degli asfalti per il prossimo inverno». Con solo 500mila euro, scrive ancora Bosone, «si provvederà tramite le ditte di manutenzione ordinaria e i suoi subappaltatori ad effettuare interventi che potrebbero non essere risolutivi per le esigenze dei nostri cittadini». Ovvero si farà quel (poco) che si può: «Si chiede ai Comuni della Provincia la possibilità di usufruire e mettere in rete sinergie, sia di risorse umane che di mezzi dei servizi che i Comuni stessi attiveranno sui propri territori, con quelli provinciali», riprende Bosone. Che mette tutto nella prospettiva della riorganizzazione delle province – che diventeranno in pratica giganti unioni di Comuni, con le competenze in mano all’assemblea dei sindaci – e della legge Madia che prevedeva addirittura una centrale unica degli appalti provinciale per risparmiare tramite le economie di scala: basta appalti per tre trattori spazzaneve da 4mila euro per piccoli Comuni, tutto sarebbe appaltato in una soluzione unica in modo da avere costi inferiori anche grazie a un migliore coordinamento delle risorse che non avrebbero più, come confini, quelli comunali. A settembre Bosone incontrerà i sindaci di ciascuna delle sette zone. «Invece di lavorare ciascuno per conto suo – spiega Bosone – vorremmo invitare i Comuni di ciascuna zona a mettersi insieme per risolvere i problemi di manutenzione ordinaria e sgombero neve: una modalità innovativa di amministrare per combattere la scarsità delle risorse che, se sparse e non messe insieme, sono ancora meno».

19/07/2014 - Grazie per la visita Nicola :-) . Ed anche per la delucidazione sulla mappatura delle foto. Ho guardato un po' le tue: che bei paesaggi che hai fotografato ! Complimenti... Ciao, Ysus

19/07/2014 - Passato oggi: non c'è acqua... Cazzo !!!

19/07/2014 - Mi servivano 63,28 Km per raggiungere i 10000 Km dal 01/01/2014 al 16/07/2014

04/06/2014 - Qui ho capito perché la chiamino "Via Crucis"... 'na sofferenza !

« Previous12345678...4748Next »

Friends

  • loading Loading…

 

Ysus's groups