Andrea Migliari
13
photos
12
on Google Maps
views
None

Andrea Migliari's conversations

Sempre bella città alta!!

Crespi d'Adda

Crespi è il nome della famiglia di industriali cotonieri lombardi che a fine Ottocento realizzò un moderno "Villaggio ideale del lavoro" accanto al proprio opificio tessile, lungo la riva bergamasca del fiume Adda. Il Villaggio Crespi d'Adda è una vera e propria cittadina completa costruita dal nulla dal padrone della fabbrica per i suoi dipendenti e le loro famiglie. Ai lavoratori venivano messi a disposizione una casa con orto e giardino e tutti i servizi necessari. In questo piccolo mondo perfetto il padrone "regnava" dal suo castello e provvedeva come un padre a tutti i bisogni dei dipendenti: dentro e fuori la fabbrica e "dalla culla alla tomba", anticipando le tutele dello Stato stesso. Nel Villaggio potevano abitare solo coloro che lavoravano nell'opificio, e la vita di tutti i singoli e della comunità intera "ruotava attorno alla fabbrica stessa", ai suoi ritmi e alle sue esigenze.


Crespi is the name of a family of cotton manufacturers from Lombardy. This family realized an "ideal workers' village" nearby their factory, along the Adda river. The Villaggio Crespi d'Adda (Crespi Workers' Village) is an entire town, built from nothing by the owner of the factory for his workers and their families. The workers were provided with homes, gardens, vegetable gardens and all necessary local services. In this perfect little world the master of Crespi "reigned" from his castle and, like a caring father, satisfied all needs of his employees: "from the cradle to the grave" both inside and outside the factory, predating any official state benefits or provisions. Only those who worked in the factory could live in the Village, and the life of everybody was connected to the factory, its rhythms and its demands.

Check out my photostream on Flickr at:Google

Crespi d'Adda

Crespi è il nome della famiglia di industriali cotonieri lombardi che a fine Ottocento realizzò un moderno "Villaggio ideale del lavoro" accanto al proprio opificio tessile, lungo la riva bergamasca del fiume Adda. Il Villaggio Crespi d'Adda è una vera e propria cittadina completa costruita dal nulla dal padrone della fabbrica per i suoi dipendenti e le loro famiglie. Ai lavoratori venivano messi a disposizione una casa con orto e giardino e tutti i servizi necessari. In questo piccolo mondo perfetto il padrone "regnava" dal suo castello e provvedeva come un padre a tutti i bisogni dei dipendenti: dentro e fuori la fabbrica e "dalla culla alla tomba", anticipando le tutele dello Stato stesso. Nel Villaggio potevano abitare solo coloro che lavoravano nell'opificio, e la vita di tutti i singoli e della comunità intera "ruotava attorno alla fabbrica stessa", ai suoi ritmi e alle sue esigenze.


Crespi is the name of a family of cotton manufacturers from Lombardy. This family realized an "ideal workers' village" nearby their factory, along the Adda river. The Villaggio Crespi d'Adda (Crespi Workers' Village) is an entire town, built from nothing by the owner of the factory for his workers and their families. The workers were provided with homes, gardens, vegetable gardens and all necessary local services. In this perfect little world the master of Crespi "reigned" from his castle and, like a caring father, satisfied all needs of his employees: "from the cradle to the grave" both inside and outside the factory, predating any official state benefits or provisions. Only those who worked in the factory could live in the Village, and the life of everybody was connected to the factory, its rhythms and its demands. Check out my photostream on Flickr at:Google

La basilica di San Martino è la chiesa principale della città di Treviglio, in provincia di Bergamo. La chiesa si trova nella piazza centrale della città, di fronte al palazzo comunale. Fu restaurata e ammodernata più volte, così che risulta una fusione di diversi stili; intorno all'anno 1000 fu costruito il campanile di Treviglio, che è uno dei campanili più alti della Lombardia. La chiesa è dedicata a san Martino di Tours, che è rappresentato sopra l'entrata principale e in numerosi affreschi, nonché nel polittico di San Martino, una delle opere più importanti capolavori del neogotico lombardo. La basilica fu edificata nel 1008 dove sorgeva la chiesa preromanica dell'Assunta, e subì diversi interventi di ampliamento nel corso dei secoli. Nel 1482 venne ampliata e rimodellata secondo i dettami dello stile gotico lombardo; nel 1500 fu impreziosita da alcune opere di Gian Paolo Cavagna, oltre che dal polittico terminato dopo circa vent'anni di lavoro e posto a fianco dell'altare. Nel 1740 la facciata viene ammordernata in stile gotico lombardo, ad opera dell'architetto Giovanni Ruggeri; nel corso dello stesso secolo il polittico viene spostato ai piedi dell'altare.

Da wikipedia.org

Check out my photostream on Flickr at:Google

Giuseppe Verdi ne musicò la storia e i mantovani gli diedero la residenza; verso la fine di Piazza Sordello si trova la casa del "Rigoletto", il buffone di corte Gonzaga. Il personaggio ha in realtà poco di mantovano, l'omonima opera di Verdi infatti venne tratta da un dramma di Victor Hugo e riadattata in territorio mantovano, trasformando il re di Francia nel duca di Mantova, e cambiando il nome del protagonista da Triboulet a Rigoletto. La struttura quattrocentesca accoglie la scultura del Rigoletto, opera di Aldo Falchi, sistemata nel piccolo cortile interno. Check out my photostream on Flickr at:Google

La spiaggia di Barricata si trova nel comune di Porto Tolle, sul delta del po ed è un vero e proprio isolotto tra il mare ed il ramo del fiume. La parte iniziale è attrezzata con ombrelloni e sdraio ma se ci si sposta oltre gli stabilimenti ci si trova immersi in un vero e proprio paesaggio da altro mondo!! Rami di alberi, ossa di pesci e purtroppo anche bottiglie di plastica, pezzi di mobile etc etc sono i detriti trasportati dal Fiume ed insabbiati sulla spiaggia!!! Check out my photostream on Flickr at:Google

La spiaggia di Barricata si trova nel comune di Porto Tolle, sul delta del po ed è un vero e proprio isolotto tra il mare ed il ramo del fiume. La parte iniziale è attrezzata con ombrelloni e sdraio ma se ci si sposta oltre gli stabilimenti ci si trova immersi in un vero e proprio paesaggio da altro mondo!! Rami di alberi, ossa di pesci e purtroppo anche bottiglie di plastica, pezzi di mobile etc etc sono i detriti trasportati dal Fiume ed insabbiati sulla spiaggia!!! Check out my photostream on Flickr at:Google

Il castello Borromeo di Cassano d'Adda visto dalla diga del Retorto. Check out my photostream on Flickr at:

Google

Check out my photostream on Flickr at:

Google

Check out my photostream on Flickr at:

Google

Friends

  • loading Loading…

 

Andrea Migliari's groups