violapinnata
photos
on Google Maps
views
"Credo davvero che ci siano cose che nessuno riesce a vedere prima che vengano fotografate" (Diane Arbus) --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Carpe diem, quam minimum credula postero. Orazio Pas un brin d'herbe qui n'ait une histoire à raconter, pas un coeur qui n'ait son roman. Henry Frédéric Amiel, Journal Intime, 1855 .. je te raconterai les plus beaux jardins que j'ai vus. André Gide, Les Nourritures terrestres (1897) "Sapete, io non capisco come si possa passare vicino a un albero e non essere felici di vederlo.." F.Dostoevskij, da “L'Idiota” "A compiacersi del semplice ci vuole un'anima grande.” Arturo Graf "La découverte du monde commence dans ton jardin" (X. Moirandat) "Nel mondo c'è un largo spazio per l'inutile, e anzi uno dei pericoli del nostro tempo è quella mercificazione dell'inutile alla quale sono sensibili particolarmente i giovanissimi. In ogni modo io sono qui perché ho scritto poesie, un prodotto assolutamente inutile, ma quasi mai nocivo, e questo è uno dei suoi titoli di nobiltà." Eugenio Montale dal discorso tenuto in occasione della consegna del Premio Nobel per la letteratura, Stoccolma, 12 dicembre 1975. "... mi rendo conto anche che non possiamo vincere questa battaglia per salvare specie e ambienti senza creare un legame emozionale tra noi e la natura, poiché non lotteremo per salvare ciò che non amiamo, ma che apprezziamo solo in qualche senso astratto" (S. J. Gould) Le seul véritable voyage .... ce ne serait pas d'aller vers de nouveaux paysages, mais d'avoir d'autres yeux, de voir l'univers avec les yeux d'un autre, de cent autres... (Marcel Proust) ‘There are known knowns; there are things we know we know.We also know there are known unknowns; that is to say we know there are some things we do not know. But there are also unknown unknowns – the ones we don’t know we don’t know’ – Gordon Lithgow (June 2004) La nostra società è talmente malata che fa diventare malato l'individuo e che l'individuo in questa società, in questo mondo, alla fine si dice che muore, ma questo non è vero perché ognuno di noi alla fine è stato ucciso. (Ingeborg Bachmann 1926 – 1973; citato in Corriere della sera, 21 marzo 2010)
« Previous12345678...195196Next »

violapinnata's conversations

Il toponimo Pian delle Gorre* deriva da una base gorra o gurra col valore di salice, pioppo, vimini o, rispettivamente, come nel nostro caso, di terreno caratterizzato da queste vegetazioni idrofile. La voce è attestata nel latino medievale dell'area ligure cis- e transalpina ed è tuttora presente nella maggior parte delle parlate romanze di queste aree. E' interessante far notare che questa base si ritrova nel siculo agurra, vurra (= salice), un non troppo frequente esempio di concordanza sicano-ligure. Da quale radice deriva? Alcuni autori propongono l'attribuzione di questa base al fondo linguistico preindoeuropeo (agurra e gorra) di etimo incerto : gur-=inghiottire (in riferimento alle acque) o gor (r)-= rosso (in riferimento al colore della corteccia di alcun salici come il Salix purpurea).

L'aggettivo metafisico viene da una mia ricorrente impressione, quando risalgo il Vallone, di essere in un luogo che ha qualcosa della pittura metafisica di un Balthus, di un De Chirico, o forse di un Marx Ernst... Non so...

Cros è un toponimo provenzale che deriva dal latino medievale crosus (questo probabilmente di origine gallica, rad. indoeur. (s)ker-eu- «scavare») indicante un luogo luogo incavato e profondo. Stessa derivazione e significato analogo hanno l'aggettivo francese creux (antico francese crues) (=cavité; concavité), il lombardo *cröse il valsesiano crös (= "torrente", "letto incavato di un torrente") ed il ben più celebre (vedi Crêuza de ma di De Andrè) toponimo ligure crêuza (o creusa, crœza) che indica il tipico viottolo stretto o mulattiera che fende, spesso verticalmente, le colline del Genovesato e di tutta la Liguria. Ciao, VP

VP sei grande con la conoscenza delle piante

Grazie per i tuoi insegnamenti e Link correlati Passo subito alla sostituzione del nomee ti devo confessare che quel tipo di asparago devo averlo assaggiato in qualche cena a casa di amici...e come erba nuova ero un po scettico nel gustarlo...

Un saluto buone escursioni e sempre felice di avere tuoi ragguagli su piante fiori e natura

Mandi Mandi Paolo

Maestose!!!LK Ciao Valter

In fondo voleva essere fotografato ;-))) LK Ciao Valter

Un bel dislivello!!! LK Ciao Valter

Molto interessante questa inquadratura evidenzia questa sorta di sperone!!!! LK Ciao Valter

Grazie VP che gran complimento, diciamo che che cerco d'essere un buon allievo di molti maestri (ciascuno con le sue "materie") tra cui ci sei anche tu, buon ferragosto!!! Valter

Grazie Alberto! Conosci la Valle?

Thank you so much dear Majka I try to make it good for the insects :) Warm wishes, Peter

Du verstehst es liebe Usch ;) LG, Peter

Tags

Friends

  • loading Loading…

 

violapinnata's groups