Mario Vargas G.
867
photos
642
on Google Maps
views
Medico cardiologo y apasionado por tomar y procesar fotos, 59a , casado, vivo en Lima, Perù. Me encanta tomar fotos y procesarlas. Siempre con una camara en la mano. Estoy escribiendo algo de mis fotos en mariovar2.blogspot.com I`m cardiologist and passionate for photography, 59 yo, married, live in LIma Peru, love to take pictures and edit,always with a camera near My site mariovar2.blogspot.com.

Mario Vargas G.'s conversations

wofgang

perfect

______________

ysl Manfred

Herrliche Landschaft

______________

ysl Manfred

Brilliant panoramic frame of nature in Salamanca, beautiful image with wonderful colors and excellent light, very nice work! My Friendly greetings from Greece, Christos !!!

Very beautiful picture. LF

Very beautiful picture. LF

Heiner* hast du das Video gesehen ???

Браво! Свака част!

Поздрав, Саша

Caro Fabio, nel mio commento avevo, malauguratamente, omesso il giudizio di merito. Rimedio subito: L22+F19. Ok tolto questo peso dalla coscienza veniamo a noi: I particolari li avevo, appunto, notati.. Cosàì da pensare a Guido Guidi come autore livornese..In effetti, non avendo trovato nulla in merito nelle mie notturne ricerche, comincio ad avere dei dubbi. la certezza è che non è Mino Maccari, tra l'altro lui senese (non vuol dire niente ma..puo aiutare a capire molto). Diciamo che Guido Guidi resta avanti di una "incollatura" su altri probabili autori. Si sta facendo avanti l'idea che possa anche essere un autore non ancora noto o tipicamente locale.. ma è difficile cosi.. con gli elementi visivi che abbiamo (plurale majestatis) essere piu concreti e precisi. Tienimi informato.. potresti anche parlare col gestore del locale.. Ti ci vedo, caro Fabio, come l'ispettore Marlow in un fumoso bar del Bronx, l'occhio da pesce lesso, davanti un bicchiere scarsamente lavato con un pessimo whiskey del piu pessimo periodo del proibizionismo. Il barista "scoglionato" asciuga stancamente lo stesso bicchiere dagli anni trenta, con flemma, senza fretta. "Ehi.., amico", trovi la forza di dire, "Quando hai visto l'ultima volta, l'autore del quadro li di fuori, quello appeso con un chiodo al tuo fetente muro??" Quello neanche ti ascolta, non glienè mai fregato niente di gente che disegna facce di altra gente.., lui aveva solo un quadro nella sua testa, fisso come quel bicchiere tra le mani..ormai consumato. La sua Betty Lou, scomparsa laggiu nel "river" in una fredda mattina d'inverno. Fa molto freddo in inverno lungo il "river".. Di lei non trovarono piu nulla, le tracce si fermarono sotto a quel maledetto ponte di quella maledetta mattina. L'ispettore Cunningham scrisse nel suo rapporto che Betty Lou si suicidò lasciando la sua firma su una trave di legno. Un uncino arrugginito. La storia non ti era sconosciuta ma era ormai un vago ricordo anche per te; tiri fuori dalla tasca il tuo ultimo misero dollaro, taccagno eri e taccagno sei rimasto, glielo allunghi nel taschino.. con un'occhiata da duro compiacente.., quello non si smuove, con un dollaro non parla..ma nemmeno con due. Allora perdi le staffe, lo prende per il sudicio bavero "Parla, viscido verme di stamberga! Quando hai visto per l'ultima volta quel fottuto pittore?". Niente..! Non parla.. Perdi colpi, Fabio, non sei piu quello di un tempo; ti ricordi? Il Bronx tremava al tuo passaggio.. Ora sei davanti ad un muto e non sai farlo parlare. Già!! Il muto. NO..OGGI NON è PROPRIO GIORNATA. Ehh che ne pensi? Ti ci vedi nella parte? Dai vai da Virzì, io lo sceneggiatore, tu l'attore con l'occhio da pesce lesso e Virzi il regista.. Che trio!!

Il discorso "FRANCESCANO", invece, non si riferiva affatto al "cenacolo" inteso proprio come desco comune in stile monastico, quanto, invece, proprio all'atmosfera. La luce caro Fabio è fautore di quel "sentire" monastico, sobrio e mistico allo stesso tempo. Tu hai questo, per me dono, di ENFATIZZARE la scena con quei neri profondi, aulici nella loro pregnanza. Associa il termine FRANCESCANO alla scena e vedrai che ne convieni con la mia analisi. E' un pregio, non un difetto. L'altra definizione "dinamismo congelato" che cos'è se non quella bellissima azione collettiva DI UN ISTANTE. Ho letto che ti scusi (con Bea se non erro) della bambina venuta un po' mossa per via della scarsa illuminazione e, di conseguenza , dei tempi lemti di otturazione.. MA NON C'è NESSUN PROBLEMA, ANZI!! E' qui l'elemento, meraviglioso, del movimento, della gioia infantile.. e non è "DINAMISMO STATICO" IN UNA VISIONE FRANCESCANA?? Ciao carissimo neo Marlow nonchè Fra Fabio da Livorno (ti ho trovato un futuro). Ciao Gianni

Enayat Very pleased for your so praising remarks! Gratefully, Bea

« Previous12345678...4950Next »

Tags

Friends

  • loading Loading…

 

Mario Vargas G.'s groups