Renato Aldo Ferri
Best photos All photos
photos
on Google Maps
views
« Previous12345678...110111Next »

Renato Aldo Ferri's conversations

Un saluto anche a te che come me ami questi luoghi. Le leggi e i vincoli ambientali e monumentali ci sono e c'erano anche prima. Occorre solo farli rispettare. I costi di un restauro sono sempre alti, ma non è possibile fare altrimenti, se non snaturando questo patrimonio, l'esempio potrebbe partire dal lavoro gia' fatto con contrada di Ca' Corviglio, ma occorrerebbe un altro tipo di intervento come stanno facendo con successo in Piemonte (http://www.canovacanova.com/) Il Fraggio e le vecchie case in pietra presenti nella Valle Taleggio sono un patrimonio unico nel loro genere, se si comincia a togliere e sostituire le piode con altri materiali si perde tutto...

L'abitato di Ardesio posto sulla sinistra orografica del fiume Serio in Val Seriana:

Ammiro le tue fotografie Silverio saluti Renato

Questa bella foto è nella contrada Rizzoli in Valcanale. Saluti Renato

posti bellissimi,come tutta la val'Bondione,ciao ciao.

CHIESA DEI MORTI NUOVI 1795-1801 FIORINE di CLUSONE. Nel 1795 la comunità di Clusone decide di spostare la vecchia strada cavalcatoria che attraversa la pineta Selva più a sud e vengono incaricati per la costruzione della nuova strada il conte Vittorio Fogaccia e Giovabattista Carrara Spinelli i quali interpretando il desiderio della popolazione di Clusone salvi della loro devozione e pietà per i defunti decidono di costruire una Chiesa più grande rispetto alla cappelletta che esiste ancora nella pineta. Si inizia la costruzione di questa Chiesa ed in primis da Venezia, Vittorio Fogaccia incarica Lattanzio Querena per la pala dell'altare. Intanto si costruisce la nuova strada, siamo nel 1797, ma arrivano i francesi i Cisalpini la rivoluzione bergamasca e i promotori devono fuggire a Venezia per evitare l'arresto. Nel 1799 quando a Bergamo arrivano gli austro-russi, si riprende l'idea della costruzione della cappella, ritornano gli esuli Fogaccia e Carrara Spinelli che forniscono il materiale e finanziare l'impresa mentre la manodopera è data dalla popolazione che lavora gratis per la costruzione della chiesa. Il 24 maggio 1801 si costruisce il portico e la torre campanaria con una campana. Nel 1833 si completano gli affreschi e nel 1835 il campanile e la chiesa è completata.

La ragnatela è una sottile tela costituita da fili microscopici che i ragni secernano allo scopo di intrappolare le proprie prede, generalmente insetti, è composta prevalentemente da un materiale viscoso che i ragni producono tramite delle ghiandole, ma possono produrre anche dei fili non viscosi che servono come struttura. La ragnatela risulta particolarmente resistente, il suo carico di rottura è confrontabile all'acciaio di alta qualità, pari a circa 1.3-1.65 GPa (1 GPa - Resistenza a trazione dei migliori acciai). Tuttavia la tela dei ragni è molto meno densa dell'acciaio; ed il rapporto tra carico di rottura e densità è 5 volte maggiore e 3 volte maggiore rispetto a fibre sintetiche come il Nylon.

Il "Cantù d'ì Piöcc", cioè quell'angolo che si trova vicino al porticato della Chiesa. Questo luogo veniva chiamato così perché in bergamasco "piöcc" vuol dire tirchi e quelle persone, invece di andare all'osteria a parlare del più o del meno davanti ad un bicchiere di vino, si ritrovavano a chiacchierare in questo posto senza spendere un soldo, prima di entrare in Chiesa. Ma la loro non era avarizia: semplicemente non se lo potevano permettere.

Nymphalis (Vanessa) antiopa Fam. Ninfalidi Stupenda grande farfalla a distribuzione paleartica, è poco comune in pianura, più frequente sui rilievi. Gli adulti svernano, ricomparendo in primavera con il bordo giallo delle ali caratteristicamente sbiadito. I bruchi vivono gregari su salici e pioppi. Saluti da Renato.

Tags

Friends

  • loading Loading…

 

Renato Aldo Ferri's groups